Passa ai contenuti principali

Muffin ai "ciliegi malati" per il 43° MTChallenge

Una ricetta di muffin a sorella.
Anche se la "scrittrice" sono io e lei é la "fotografa", per questa sfida mensile abbiamo deciso di creare un muffin a sorella.
I primi creati, sicuramente, anzi, "siculamente", rispecchiavamo molto di più me, ricchi di cioccolata in tutte le sue forme e associati ad un'isola "estiva", se così la possiamo definire..

Questi invece che vi proponiamo oggi, sono certamente i muffin di mia sorella, ispirati ad un testo, che ricordo ancora scorrere, come ultima slide, alla sua tesi di laurea.
 Il testo, che aveva come sfondo un bellissimo ciliegio in fiore, era quello di una famosa canzone di De André, Un Medico, canzone facente parte dell'album Non al denaro non all'amore né al cielo, ispirato dal libro Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. La storia narra di come il protagonista da bambino desiderasse guarire i ciliegi, quando, passando dal fiore di colore bianco candido, essi si caricavano di rossi frutti, da lui interpretati come sintomo di malattia.
Il bambino giura quindi di voler diventare dottore, per poter guarire finalmente i suoi alberi..

Ed in particolare questo pezzo iniziale rispecchia a pieno mia sorella: fin da piccolissima lei ha sempre avuto chiaro in testa cosa avrebbe fatto da grande, certa che sarebbe diventata dottore.
E ora quando scherzo con lei sul fatto che sia dottoressa in realtà nascondo una grande stima e orgoglio per ciò che lei é diventata ed in fondo é sempre stata.. 

..Da bambino volevo guarire i ciliegi
quando rossi di frutti li credevo feriti
la salute per me li aveva lasciati
coi fiori di neve che avevan perduti.

Un sogno, fu un sogno ma non durò poco
per questo giurai che avrei fatto il dottore
e non per un dio ma nemmeno per gioco:
perché i ciliegi tornassero in fiore,
perché i ciliegi tornassero in fiore.. 
(Un medico,Fabrizio de André)

Ed ecco la nostra interpretazione di muffin ispirati a questo testo: certamente presente doveva essere la ciliegia, in questo periodo però candita; la farina di grano saraceno, mescolata in parti uguali alla farina di grano tenero per rendere il colore del tronco dell'albero; lo streusel per dare l'idea delle foglia in cima ai rami ed infine la marmellata di ciliegie per interpretare la visione del ciliegi feriti. 


Ingredienti (10 muffin):
Per l'impasto base:
150gr farina 00
150gr farina grano saraceno
100 gr zucchero
50 gr olio di arachide
1/2 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
100 gr ciliegie candite a cubetti
1 cucchiaino di marmellata di ciliegia per muffin
2 uova
125gr yogurt alla ciligia
100gr latte
Per lo streusel:
75 gr amaretti
50 gr burro
50 gr farina

Esecuzione:
Mescolare in due boule differenti le parti liquide (uova, olio, yogurt, latte) e le parti solide (ciligie, farine, zucchero, agenti lievitanti); versare le parti liquide in quelle solide e mescolare grossolanamente, non preoccupatevi dei grumi!
 Preparare lo streusel impastando tutti gli ingredienti con le mani e tenere da parte.
Foderare gli stampini con pirottini adatti alla cottura in forno, versare in ciascuno di essi l'impasto, aggiungere un cucchiaino di marmellata di ciliegie e coprire con un po' di streusel.
Infornare a 180° per 20/30 minuti, verificando la cottura con uno stecchino.







Commenti

  1. Siete dolcissime :-) questo legame profondo e sincero che vi unisce è splendido..non trascuratelo mai ^_^
    Muffins golosissimi, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina! E' vero, pur avendo qualche anno di differenza siamo legate come la colla! ^_^
      Smack smack!

      Elimina
  2. Finalmente trovo il tempo di venire a trovare queste due sorelline meravigliose... Sapete fare delle cose pazzesche, zia Consu ha perfettamente ragione. Continuate a serbare questo vostro affiatato, simbiotico legame. Baci
    Lore
    de L'Angolo delle Ghiottonerie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello averti qui cara!! Grazie per le belle parole e i complimenti.. Gongoliamo...! ;)

      Elimina
  3. Mi avete proprio emozionata. Il rapporto fraterno che vi lega è qualcosa di meraviglioso e non sempre così scontato come si potrebbe pensare. Il destino vi ha fatto sorelle ma è un legame che va comunque nutrito e accudito ogni giorno. Se vogliamo fare un'analogia col testo della canzone di De Andrè, proprio come un albero di ciliege, una pianta delicata che teme il freddo, che muta così repentinamente..
    Meravigliosi i vostri muffins, col cuore rosso e dolce delle ciliegie, con la farina di grano saraceno che adoro, con lo streusel che dona "carattere" e sapore extra.
    Bravissime a tutte e due..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro.. Ricevere questi complimenti per i nostri muffin ci riempie di gioia... E che splendide parole sul nostro rapporto, di cui io, lo ammetto, ne sono tanto fiera!! ;)
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Che bella la vostra storia, dolce quanto i vostri bellissimi muffins :°)

    RispondiElimina
  5. Bellissima anche questa ricetta...e devono essere fantasticamente buoni! Bravissime! Vi abbraccio tanto <3, A.

    RispondiElimina
  6. Ottima questa ricetta! :) Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …