Passa ai contenuti principali

Croissant con gelato e granita al caffé per MTChallenge n°50


Ansia da prestazione.
Sì, l'ho avuta.
Perché al Giubileo dell'MTChallenge non puoi presentarti con un croissant - sì, è questa la sfida N°50, scelta da Luisa Jane, proprietaria del blog Rise of the sourdough preacher e vincitrice della scorsa sfida - che sembra uno stecchino, pallidino e mal riuscito.
Devi arrivarci preparata, "studiata", trionfante con il tuo cornetto bello cicciotto, sfogliato e brunito.. 

Studia i tempi, compra gli ingredienti e inizia l'avventura.. 

Io i croissant non li avevo mai fatti, ma sono una a cui piace affrontare sfide impegnative.. 
Anche se questa ricetta un po' mi ha fatta sudare.. 
Soprattutto nel taglio della pasta, dividi a metà, stendi, misura, taglia... A me ne sono usciti 10 di croissant! 
E poi prega, davanti al forno con la lucina accesa che l'effetto budino riesca..
Spennelli dolcemente e inforni..
E non sai se é abbastanza.. Apri il forno, lo richiudi.. Pensi, aspetta, osserva...
Ok, alle 00.30 i miei croissant raffreddavano sulla gratella e io tiravo un sospiro di sollievo...!

 Ma che soddisfazione stamattina gustare i miei croissant..

E mentre assaggiavo il primo, "nature", ricordando i tipici croissant parigini (molto diversi dai nostri cornetti poiché di gusto neutro, non dolce), venivo catapultata in un altro luogo - ricorrente, lo ammetto - in cui la vacanza devo ancora farla: la Sicilia.

Ed ecco l'idea: 
Brioche con il gelato accompagnata da una granita al caffé homemade.


Ingredienti:
Per i croissant:
400 g farina 00, W300-330 meglio, se non possibile W350 220 ml latte 40 g burro ammorbidito a temperatura ambiente 30 g zucchero 4 g lievito di birra istantaneo 9 g sale 4 g aceto di vino bianco
200 g burro per sfogliatura

Per il gelato alla crema:
3 tuorli
200 ml panna da montare
300 ml latte
100 gr zucchero

Per la granita al caffé:
il caffé di una caffettiera da 4 persone
2 cucchiaini di zucchero
qualche goccia di vaniglia Bourbon

Per le tecniche e le spiegazioni dettagliate della ricetta dei croissant vi rimando al post di Luisa: vi ha messo un'attenzione minuziosa sia nella spiegazione del procedimento sia nell'indicazione di spiegazioni aggiuntive e video per poter farci capire al meglio come realizzare questa ricetta.
Ringrazio anche Daniela, del blog Acqua e Menta, per il bellissimo "passo-passo":

croissant

Qui riporto fedelmente la spiegazione di Luisa:
In una ciotola sciogliete lo zucchero ed il sale con il latte e l’aceto.
A parte setacciate la farina con il lievito di birra istantaneo.
Unite il burro, gli ingredienti liquidi a quelli secchi fino ad ottenere un impasto grezzo.
È importante che l’impasto non venga lavorato eccessivamente, in modo da evitare di sviluppare la maglia glutinica. Se ciò dovesse accadere vi ritrovereste con un impasto troppo forte che si strappa durante la fase della sfogliatura.
Formate un quadrato e avvolgetelo in pellicola alimentare. Fate riposare il panetto in frigo per 6 ore e se notate che l’impasto lievita dopo un paio d’ore sgonfiate l’impasto.
Poco prima di tirare fuori l’impasto preparate il panetto di burro schiacciandolo tra due fogli di carta da forno come mostrato nei video. Rimettete il panetto di burro nel frigo mentre stendete l’impasto.
Stendete l’impasto a circa 6 mm di spessore facendo in modo che sia largo poco più del panetto di butto e alto due volte l’altezza dello stesso.
Mettete il burro su una metà e richiudetevi l’altro lembo sopra come nel video di Envie de Bien Manger e procedete con la piega a tre (a differenza di quanto mostrato nel video, dove viene fatta una piega a quattro).


Mi raccomando, siate pazienti e per la stesura dell’impasto fate esattamente come lui, soprattutto la cosa di schiacciare con il mattarello, perché così non rischierete di strapparlo.
Avvolgete l’impasto in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero circa mezz’ora.
Stendete il rettangolo, avendo cura che la piega sia alla vostra destra, tirandolo ad una lunghezza corrispondente a tre volte il lato corto e fate una piega a tre come mostrato nel video.
Avvolgete in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero circa mezz’ora. Ripetete la piega a tre e il riposo in frigo. Se fa eccessivamente caldo fate riposare 15′ in frigo e 15′ in freezer.
Fuori dal frigo dividete l’impasto in due e stendete le due porzioni ad una dimensione di 26 x 34 cm e uno spessore di circa 3-4 mm ciascuna. Il piano di lavoro deve essere infarinato a sufficienza, ma non esagerate!
Sbattete l’impasto sul piano di lavoro due volte, per favorire sfogliatura, dopodiché tagliate dei triangoli dalla base di 11 cm circa (io uso un coltello molto grande e affilato tipo da macellaio).
Fate riposare i triangoli per 20′ in frigo prima della formatura.
Fuori dal frigo stirate leggermente la punta dei triangoli, praticate una piccola incisione in mezzo alla loro base e arrotolate con delicatezza i lembi senza premere né stringere troppo l’impasto.


Se fate i croissant la sera per il mattino lasciateli lievitare sulla teglia per un’ora, coperti con pellicola alimentare, dopodiché metteteli in frigo per tutta la notte.
La mattina tirate i croissants fuori dal frigorifero almeno due ore prima della cottura, spennellateli con dell’uovo sbattuto e passato attraverso un colino a maglia fitta muovendo il pennello dal centro del croissant verso l’esterno per evitare che l’uovo faccia attaccare gli strati della sfoglia e copriteli con pellicola alimentare.
I croissant vanno lasciati lievitare a temperatura ambiente almeno due ore (con il caldo agostano, probabilmente in settembre saranno necessaire tre ore) e sono pronti quando tremano un po’ come un budino quando la teglia viene leggermente scossa (non esagerate, dopotutto non vorrete mica compromettere la lievitazione!).
Se volete cuocerli il giorno stesso disponete i croissant su una teglia da forno coperta con carta oleata, spennellateli l’uovo sbattuto, coprite con pellicola alimentare e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 2-3 ore - io ho optato per questa opzione.
Prima di cuocere i croissant spennellateli nuovamente con l’uovo sbattuto.


Preriscaldate il forno a 220° C per 5′, cuocete per circa 10′ dopodiché abbassate la temperatura a 200°C e cuocete ulteriori 10′ o finché ben dorati.
Fuori dal forno fate raffreddare su una gratella. 

  



Per il gelato:
Preparare il gelato mescolando a freddo tutti gli ingredienti già freddi di frigorifero.
Mescolare bene il tutto ed inserirlo nella gelatiera (ci impiegherà circa 30 minuti).
Tenere il gelato in freezer fino all'utilizzo.

Per la granita al caffé:
Preparare il caffé e lasciarlo raffreddare completamente dopo averlo zuccherato ed aromatizzato alla vaniglia.
Mettere il liquido in un contenitore di metallo.
Mettere il tutto nel congelatore e mescolare ogni 20 minuti, creando l'effetto a scaglie tipico della granita.

Servire la brioche con il gelato alla crema, spolverare con la polvere di caffé e gustare, sorseggiando la granita.


Con questa ricetta partecipo alla ricetta dell'MTChallenge n°50

Commenti

  1. Dite Sicilia?
    Dite granita?
    Dov'è che state già, che domani vengo a fare colazione :)
    Mi piace l'idea del croissant con gelato, bella bella!
    In bocca al lupo per l'mtc :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vieni vieni, ti aspettiamo per una super colazione!
      :D

      Elimina
  2. Bello!!!
    L'idea del gelato mi strapiace, quella della granita....ancora di più!:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, felice che la nostra proposta ti sia piaciuta! ^_^

      Elimina
  3. È da ieri sera che guardo quel croissant col gelato... e il problema è che mi sciolgo io! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, quanto sei carina!
      Grazie mille Giulia!

      Elimina
  4. Io credo che questi tuoi croissant siano pura poesia trasudano impegno amore ansia e coraggio uniti da quel gelato e da quella granita che riconducono alla terra siciliana...prova superata alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentilissima!
      L'impegno sicuramente c'é stato, ma che soddisfazione! ;P

      Elimina
  5. Che meraviglia !!...e con gelato poi !!! Mi hai fatti venire di nuovo la voglia di impastare ! 😉 bravissima

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia !!...e con gelato poi !!! Mi hai fatti venire di nuovo la voglia di impastare ! 😉 bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impasta, impasta.. Da questa sfida stanno venendo fuori dei croissant spettacolari!!! ^_^

      Elimina
  7. grande idea, la Sicilia colpisce ancora :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, hai proprio ragione...! Facciamo uno scambio, io ti spedisco uno dei miei e tu uno dei tuoi!?!
      Un abbraccio

      Elimina
  8. Beh vabbè ma allora ditelo!! Ditelo, che volete che io muoia di voglia, Ditelo che volete farmi venire una gola furiosa!!!
    Scherzi a parte, buona l'idea del gelato, anzi buonissima...
    Un abbraccio!
    Lidia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!!!
      Felici di averti ingolosita!^_^

      Elimina
  9. come Lidia.
    e allora ditelo.
    Che da questa ansia sarebbero usciti capolavori di questo genere
    Che la sfogliatura sarebbe stata perfetta
    Che l'ispirazione sarebbe stata la Sicilia
    E dite un po' anche dove abitate, su, che alla prossima colazione veniamo anche noi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, Ale, te li mandiamo fino a Singapore, sperando che il gelato regga!!! ;P

      Elimina
  10. Anche io volevo abbinarlo ad un gelato... ma poi mi sono buttata sul salato.
    Ora però mi hai fatto rivenire voglia di provare. Quasi quasi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo telepatiche, tu salato e pensavi al mio, io dolce e ho pensato a un salato con il salmone.. Scambio?!?!? Ihihihhi, così non ci facciamo mancare nulla!

      Elimina
  11. ma che meraviglia!a parte i croissants che sono venuti benissimo, anche la farcitura è proprio azzeccata... complimenti!

    RispondiElimina
  12. Una bellissima sfogliatura!!! Che brava!!!
    Io non l'avrei mai pensato abbinato al gelato!
    Super originale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, felice di averti stupita ed incuriosita con la nostra proposta!!
      Un abbraccio!

      Elimina
  13. Noi Siculi abbiamo inventato la brioche col gelato.
    Tu sei andata oltre e hai messo il gelato in un croissant sfogliato, accompagnandolo per giunta da un'ottima granita al caffè.
    Che dire? Nulla... più che dire, fare: addentare un tuo croissant al gelato, SUBITO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voi siculi con la brioche con il gelato mi avete aperto un mondo...! Grazie cara, mi ha fatto tanto piacere il tuo commento!

      Elimina
  14. Oggi ho un gran freddo e nonostante tutto mi azzannerei i vostri croissant!!! Non è possibile, mi faccio quasi schifo!!!!

    RispondiElimina
  15. Anche se inizia a fare un pò freschino, questi vostri croissant con il gelato li mangerei all' istante!!! Bravissime, prova superata alla grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, alla fine il gelato nella brioche non é così freddo, dai, concediamocelo, sotto un bel plaid davanti alla tv! ;D

      Elimina
  16. Anch'io granita...ma il gelato è un colpo di classe e il tuo è una meraviglia! Anche i crossaint mi sembrano una goduria!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono contenta ti piaccia la versione gelato! ^_^

      Elimina
  17. Che idea meravigliosa e che fame! Croissants stupendi, brava! Buona domenica

    RispondiElimina
  18. E guardando il tuo cornetto non posso che pensare a quella brioche enorme col gelato mangiata a Palermo.. e mi viene subito voglia di rimettere le mani in pasta e di rifarmi i croissant col gelato.. o di venire insieme ad Alessandra e Luisa a casa tua a mangiarne :D Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venite!!!!!! Sai che bello sarebbe conoscervi?!?! ^_^
      Grazie cara, sei carinissima!

      Elimina
  19. E fortuna che non li avevi mai fatti, sono a dir poco perfetti!!!Bravissima, complimenti per la pazienza, ma il risultato è impagabile, fantastici e buoni da morire, invidiamo la tua colazione :)
    Buon fine settimana cara, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze, la prossima volta ve li spedisco, così assaggiate! ;P
      Un abbraccio!

      Elimina
  20. complimentissimi per questa ricetta ben riuscita e grazie per aver provato la mia torta ricotta e cioccolato...me ne sono accorta ora ricevendo un commento di un'altra lettrice...grazie di aver provato quella e altre ricette, un bacione!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …