Passa ai contenuti principali

Sempre la solita zuppa? Non per noi Zuppa di ceci, fagioli borlotti, gamberi e bacon croccante.


Un grande grazie alla nostra Vittoria, proprietaria del blog la cucina piccolina, vincitrice dello scorso MTChallenge con i suoi antichissimi ravioli liguri..
Grazie a lei sto scoprendo che zuppe e minestroni oltre a essere sane e dai mille nutrienti, possono essere anche super gustose! 

Questo mese ho imparato, studiato e appreso tantissimo, su argomenti che per me non sono così classici, come potrebbero invece esserlo in una tradizionale famiglia.. Ma se non siamo strani non saremmo noi!

Come ho già detto io le "brodaglie" proprio non riesco a mangiarle, quindi per questa sfida ho optato per zuppe particolarmente dense, con tanti ingredienti e soprattutto pasta fresca che, grazie alla farina che serve per stenderla e tagliarla, rende ancora più cremosa la minestra.
In questo caso poi, una parte dei legumi sono stati frullati con la loro acqua, per addensare "naturalmente" la base di questo piatto.

Legumi e pesce sono un abbinamento che adoro, anche come secondo piatto, quindi ho deciso di mettere questo sposalizio culinario anche in una delle minestre da proporre per la sfida di questo mese dell'MTC: 

Naturalmente merita un visita e un'accurata lettura il post di Vittoria sul Minestrone e la Mesc-ciua genovese.. Da preparare almeno una volta!

Nuovamente vi rimando all'infografica della Dani, per chiarimenti e delucidazioni sul mondo delle zuppe, creme e consommé!


Ingredienti:
200 gr fagioli borlotti
200 gr ceci
100 gr lardo
2 rametti di rosmarino
1 spicchio di aglio grande
8 fettine di bacon
15 gamberoni
olio
sale e pepe q.b.
paprika dolce
2 cucchiaini di concentrato di pomodoro
Per la pasta:
200 gr di farina 00
1 uovo
acqua q.b. 
Per il fumetto di gamberi:
Gusci e teste dei gamberi sgusciati
5 pomodorini piccadilly
mezza cipolla
vino bianco per sfumare
olio
un bicchiare di acqua 

Esecuzione:
Lasciare per una notte i fagioli e i ceci in ammollo, in scodelle separate.
Scolare sciacquare i legumi e metterli a bollire, in pentole separate per un'oretta: dovranno essere cotti ma ancora sodi, poiché continueranno la cottura ancora nel tegame della zuppa.

Preparare la pasta impastando la farina con l'uovo, un pizzico di sale e tanta acqua quanto basta per ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Lasciare riposare la pasta mezz'ora, dopo di che stenderla sottilmente e ricavarne dei maltagliati.

Con le teste dei gamberi creare un fumetto:
 In un pentolino mettere l'olio, i pomodorini e la cipolla tagliata sottilmente; soffriggere pochi minuti e versarvi le teste e i gusci. Far cuocere qualche minuto per permettere alle teste e carapaci di rilasciare il loro sapore.
Sfumare con il vino.
Aggiungere l'acqua e lasciare cuocere a fuoco basso finché non il tutto non si sia addensato.
Filtrare il succo.

Soffriggere in abbondante olio il trito, realizzato con rosmarino, aglio e lardo tritati.
Aggiungervi i legumi e due cucchiaini di concentrato di pomodoro; far insaporire bene i legumi.
Aggiungere il fumetto e far cuocere 5 minuti a fuoco basso, dopo di che aggiungere un litro di acqua di cottura dei fagioli e far cuocere il tutto per circa 20 minuti.
 Togliere 3 mestoli grandi di acqua insieme ai legumi e metterli in un bicchiere a sponde alte.
Frullare con un frullatore a immersione.
Riaggiungere la crema al resto dei legumi e continuare la cottura per un altro quarto d'ora.
A parte grigliare le fette di bacon e, in un'altra padella, saltare i gamberi in poco olio, con mezzo cucchiaino di paprika dolce.
 Quando i legumi sono praticamente cotti versarvi la pasta fresca, mescolando bene per evitare che si attacchi, aggiungendo eventualemnte altra acqua di cottura dei legumi.
A fine cottura tritare una parte di gamberi ,lasciandone 8 interi, e aggiungerli alla minestra.
Impiattare in capienti ciotoline, disponendo sopra alla zuppa i gamberi e il bacon.





Con questa ricetta partecipo alla sfida n°53 dell'MTChallenge

Commenti

  1. Che delizioso ed insolito abbinamento..mi ispira da matti :-) Complimenti e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu, felice che ti piaccia!!! ^_^

      Elimina
  2. Ragazze, bravissime!!! Ve lo devo proprio dire, io qui mi sento come a casa mia, perché' ogni ricetta che fate, la fate nel modo in cui la farei io, i vostri gusti incontrano a pieno i miei, gli ingredienti poi.....quelli non li cambierei di una virgola, adoro i legumi e adoro voi!!!! complimenti di cuore
    Maddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello sentirtelo dire cara Maddy.. Io gongolo se mi dici così!
      ^_^

      Elimina
  3. Brave!!!
    i ceci la stanno facendo da padroni ultimamente!
    Mi piace molto la vostra proposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, e poi sono buonissimi e fanno molto bene... quindi, perché no? ^_^

      Elimina
  4. partite da un classico "nostro" e lo rielaborate, in modo così coerente da renderlo ancora più appetibile. Brave!

    RispondiElimina
  5. L'abbinamento delizioso fra ceci e gamberi arricchito dal bacon.
    E' un'idea semplice e perfetta!

    RispondiElimina
  6. Infatti è impossibile definirla la solita zuppa, ma una delizia per il palato (fagioli a parte)!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …