Passa ai contenuti principali

Cecioburger speziato con carpaccio di verdure grigliate, vegmaionese e cipolle di Tropea


Con questa ricetta si conclude la nostra assidua partecipazione alla sfida n°49 dell'Mtchallenge.
Arianna, vincitrice dello scorso mese, mi hai fatto troppo felice con la scelta di questa ricetta, sallo! 
Noi mangiamo hamburger molto spesso, quando si deve cucinare per molte persone ed evitare di star troppo ai fornelli, questi giga-paninozzi risolvono molto bene ogni pasto, facendo ridurre di molto le preparazioni del momento (potendo preparare tutto prima) e facendo fare un figurone con gli invitati.

Perché l'hamburger non é cibo spazzatura se pensato e realizzato con prodotti di qualità.

Questa ultima ricetta è dedicata a un'invitata speciale, presente a una nostra una cena a base di hamburger: una ragazza vegana.
E visto che l'ospite per noi é sacro non potevano di certo rifilarle un'insaltina scondita!
Non potevo non accettare la sfida di mettermi in gioco su un ambito che a me è ignoto..
Essere vegani non vuol dire essere vegetariani. Vi sono molte differenze tra queste due tipologie di diete e l'ho scoperto documentandosi a fondo: i vegetariani rifiutano cibi animali, accettando però cibi di origine animale (es: latte e latticini), cosa che invece i vegani non fanno.
Questo rifiuto verso l'utilizzo degli animali in settori anche non culinari, fa rigettare a questa tipologia di persone anche oggetti e vestiti che prevedono il loro sfruttamento.
Appurato quindi quali fossero usi, cibi e pietanze bandite dalla dieta vegana mi sono messa all'opera!

Cecioburger speziato con carpaccio di verdure grigliate, vegmaionese e cipolle di Tropea

Ingredienti:

Per i buns(ho dovuto modificare la ricetta originale di Arianna per evitare di usare farine raffinate e ingredienti come lo strutto e il burro, o l'uovo):
250 g di farina integrale macinata a pietra
130 g di acqua tiepida
10 g di zucchero canna
30 g di olio extravergine di oliva
5 g di sale
4 g di lievito di birra fresco


Per i cecio burger (ricetta simile a questa, già proposta, ma con un legume differente e qualche piccola variazione..a nostro gusto sta ancora meglio nel buns!):

250gr ceci secchi

un grosso porro
2 zucchine tonde

pangrattato

1 cucchiaino di cumino

1 cucchiaino di coriandolo 

  2 cucchiaini  di curry dolce

una spolverata di pepe

olio

Per la vegmaionese (insegnatami dalla diretta interessata, ricetta d'ispirazione presa da qui e riadattate al fatto che non avessi il bimby, attingendo dai consigli presi da qui, più l'aggiunta di qualche ingrediente nostro):
100 gr Latte di Soia
1 pizzico Sale
  200 gr Olio di Arachidi
1 cucchiaino Succo di Limone
1 pizzico Curcuma 

1 spicchietto d'aglio
Qualche ciuffetto di prezzemolo

Per il carpaccio di verdure (che costituiscono sia una parte di farcitura che il contorno, perché sono buonissime!!):
una melanzana
una zucchina
emulsione di olio, sale, aglio e prezzemolo q.b.

in più:
cipolla di Tropea tagliata fine


Esecuzione:
Per i buns:
In acqua tiepida, sciogliere il lievito con lo zucchero e lasciar riposare per una decina di minuti. In una boule di vetro capiente setacciare la farina, formare una fontana, versare l'acqua poco per volta e lasciarla assorbire mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere l'olio a temperatura ambiente e il sale. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeno.
Coprire con della pellicola e un panno e lasciar lievitare fino al raddoppio (1-2 ore). Prendere l'impasto,sgonfiarlo leggermente cercando di formare un rettangolo che poi piegherete.

Dividetelo idealmente in tre parti, sovrapponete la parte di destra al centro ed idem con la sinistra (al centro, sopra la destra). Ora rigirate di 90° e fate lo stesso.

Far riposare così l'impasto, con la chiave (la parte della piega) rivolta verso il basso e coperto da un panno per una mezz'oretta. Formare poi i buns (con queste dosi mi vengono 4 panini da circa 80-90 g l'uno). Poggiarli su una teglia coperta da carta da forno e con il palmo della mano schiacciarli leggermente.
Far riposare coperti da pellicola per una mezz'oretta.

Spennellarli con olio ed infornare a 180° fino a doratura.
 Per i cecioburger:
Mettere a bagno i ceci la sera prima.
Cuocere i ceci fino a quando saranno morbidi ma non sfatti.

In una pentola far soffriggere in olio il porro.

Aggiungervi i ceci, frullandone prima 2/3; unire a questi le zucchine grattuggiate e far cuocere una decina di minuti.

Regolare di sale ed aggiungere un po' di pepe.
Fare raffreddare.
Aggiungere le spezie (le quantità sono indicative)

Aggiugere - se serve - un po' di pangrattato, quanto basta per ottenere dei burger morbidi ma consistenti.

Formare le polpette appiattendole un poco e cuocere in una padella antiaderente con un pochino di olio fino a doratura.
Per la vegmaoinese:
Mettere tutti gli ingredienti, tranne l'olio, nel bicchiere del frullatore ad immersione e frullare. 
Aggiungere l'olio a filo facendolo assorbire poco per volta.
Unire l'aglio e frullare.
Unire il prezzemolo tritato e la curcuma mescolando con un cucchiaio.
Per il carpaccio di verdure grigliate:
Tagliare molto sottilmente le verdure e grigliarle.
Disporle in una pirofila alternando le verdure all'emulsione di olio fino all'esaurimento degli ingredienti.
Lasciare in frigo ad insaporire almeno un'ora.
Assemblaggio:
Tagliare il bun a metà
sulla base disporvi il carpaccio di verdure
 il cecioburger 
la maionese vegana
un po' di cipolla di tropea
 richiudere con l'altra metà del bun

...Ve lo devo dire? Addentare...







Con questa ricetta termino a malincuore la partecipazione all'MTChallenge n°49
http://www.mtchallenge.it/2015/06/mtc-n-49-la-ricetta-della-sfida-di.html


Con questa ricetta partecipo al contest di Kucina di Kiara ER Creazioni - categoria Ricette Vegetariane

Commenti

  1. Sei troppo brava, che bontà!! Anche noi vivremmo di hamburger...altro che cibo spazzatura, se fatti con cura e con un'attenta selezione degli ingredienti sono un pasto equilibrato e delizioso!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie pancettine, voi siete sempre carine!
      Anche secondo me l'hamburger può essere un piatto unico fantastico! ^_^
      Un abbracciotto

      Elimina
  2. Ma buonissimo questo cecioburger!
    Io sono un amante della carne ma questo panino fa venire fame ugualmente!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi amiamo grigliate, carne, pesce.. un po' tutto dai! Però ogni tanto provare e sperimentare diete e piatti insoliti ci piace!
      Felice che ti sia piaciuto!

      Elimina
  3. Sono pienamente in accordo con voi. Il burger può essere un pasto sano ed equilibrato e voi ne avete dato una perfetta interpretazione.
    Sono sicura che la vostra amica vegana avrà apprezzato e si sarà anche leccata le dita ^_*
    Bravissimeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro!
      Effettivamente la nostra amica era parecchio contenta, non si aspettata un piattino veg dedicato a lei! ^_^
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Mi piace questa versione totally veg; io sto riducendo il consumo di carne e i burger di ceci mi piacciono assai, questi poi così speziati e ben accompagnati devono essere super!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I medici dicono sempre che un consumo eccessivo di carne non fa bene, così, gni tanto, provare ricette un po' diverse ma altrettanto appetitose ci sta! ^_^
      Se li provi fammi sapere!

      Elimina
  5. un super panino fantastico!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. Penso proprio che lo proverò, dev'essere ottimo! Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo, sono certa non ti deluderà!
      Un abbraccio

      Elimina
  7. fameeeeeee!!!! Bravissima cara, mi piace un sacco il tuo hamburger... Vado a Tropea per le vacanze e farò scorta di cipolle, le adoro! A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheh, contenta di aver stuzzicato il tuo appetito cara!
      Bravissima, hai scelto per le vacanze un posto magnifico e le cipolle... Meritano la scorta!!
      Un abbraccio!

      Elimina
  8. Di tutti gli hamburger veg assaggiati quello di ceci è assolutamente il mio preferito: un po' perché amo i ceci, un po' perché credo siano i soli in grado di dare la giusta consistenza, e un colore che non ti faccia venir voglia di cambiar strada ;)
    L'abbinamento con la maionese veg e il carpaccio di verdure (che adoro) è semplicemente perfetto!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per noi il cecio vince su tutti i vegburger!
      Felici che ti piaccia l'abbinamento!
      Un abbraccio!

      Elimina
  9. Il burger di ceci mi fa impazzire, ora devo solo provare la maione vegana e smettere di sbavare davanti alle vostre foto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova tutto e non te ne pentirai.. Questo piatto è piaciuto tantissimo anche ai non vegani!
      Grazie cara, un abbracciotto!

      Elimina
  10. Ahah!!! Il cecioburger è già fantastico solo per il nome!! Bellissima proposta, sicuramente apprezzata dalla tua ospite, che di sicuro su sarà sentita onorata e coccolata per aver avuto queste attenzioni tutte per lei. Brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihihih felici che ti piaccia il nome del nostro paninozzo!
      L'ospite era felicissima e noi con lei per aver gustato un piatto un po' insolito ma comunque strabuono!

      Elimina
  11. Mamma mia che spettacolo ragazzi!!! Come si lascia mangiare questo Ceciogurger...lo sto divorando con gli occhi! Complimenti e grazie per aver aderito al contest con questa meravigliosa ricetta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenta che ti piaccia cara! ^_^
      Grazie a te per l'invito e per il bellissimo contest organizzato!

      Elimina
  12. Veramente complimenti per questo ben riuscito vegburger!!! Pieno di gusto e con ingredienti che si succedono con armonia.
    Grazie per la ricetta della maionese veg.
    Brava, brava, brava!!!

    RispondiElimina
  13. Veramente complimenti per questo ben riuscito vegburger!!! Pieno di gusto e con ingredienti che si succedono con armonia.
    Grazie per la ricetta della maionese veg.
    Brava, brava, brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, sei gentilissima.. Mi fa tanto piacere che ti piaccia questa versione veg del più classico hamburger! ;)

      Elimina
  14. Il cecio burger è uno dei miei preferiti, se si tratta di burger vegetariani!!

    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi adoriamo il burger di ceci più di tutti!
      Saporito molto di più rispetto agli altri burger di legumi!
      Grazie!! ^_^

      Elimina
  15. Già quando ho letto cecioburger ho amato questo panino.
    Fare dei burger vegani buoni, della giusta consistenza, con abbinamenti azzeccati ed equilibrati è una sfida nella sfida, ma tu ci sei riuscita la grande e questo burger farebbe gola anche a... (mia sì, sbilanciamoci!) Hannibal Lekter!!!
    :D
    È golosissimo!! Fortunata la vostra amica chr ha potuto assaggiarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah... ;) ti ditò, forse questo è quello che ci ha più entusiasmato sia per l'impegno nella preparazione che per il risultato finale!
      Felicissima che ti sia piaciuta anche questa versione!

      Elimina
  16. Ghiottissimo q tanto invitante... che super burgher!!!!

    RispondiElimina
  17. l'ennesima conferma che anche la cucina vegana può essere saporita,se interpretata con la competenza che state continuamente dimostrando. In più, un "cecioburger" è per forza divertente. E cosa c'è di più armonioso che mangiare con gusto e col sorriso? bravissime!

    RispondiElimina
  18. Venissimo e l'ho imparato proprio nella preparazione di questo paninone..!
    Grazie Alessandra per le belle parole, siamo felici di far parte di questa entuaiasmante sfida mensile, ogni volta è un apprendere e un conoscere tutto nuovo! ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Risotto ai germogli di rovo

Adoro scoprire le ricette di una volta, quelle che facevano le nonne delle nostre nonne, cogliendo nei prati e nei boschi le erbe "antiche", assieme alle quali creavano piatti favolosi.
La cucina degli ingredienti dimenticati; la cucina che purtroppo va sempre più perdendosi, perché tanti, me compresa, alcune piante commestibili non le conoscono e non le sanno riconoscere, perse tra altre mille varietà.
L'esperto delle erbe di campo é mio cognato, nipote di una fantastica cuoca emiliana, il quale ha fatto conoscere aspetti di una cucina ormai sconosciuta a me e mia sorella.. Questo é il periodo in cui si andava nelle "fasce", i nostri terrazzamenti genovesi, o nelle alture dietro al mare, a cogliere ciò che la terra spontaneamente offriva. 
E noi abbiamo rispolverato questa tradizione; questo per noi é il periodo in cui si vanno a riempire i cesti di ortiche, tarassaco e altre erbe spontanee, per trasformarle in piatti appetitosi e succulenti.
L'idea per questa r…

La mia Victoria Sponge Cake per il club del 27!

Qualcuno direbbe, ci sono cose che non si possono provare, per tutto il resto, c'é MtChallenge!

Sì, perchè alcune preparazioni o ricette, se non le propongono le menti diaboliche dell'MTC, tanti di noi non le sognerebbero nemmeno, vero??

Eppure ogni volta, scoprire nuovi dettagli e condividere nuove preparazioni è uno stimolo e una spinta a migliorarsi.
E così quando si è palesata l'idea di un club, con vari temi, di mese in mese, per sperimentare e cucinare insieme, non ho potuto dire di no!
L'idea è quella di proporre un ventaglio di ricette, tutte collegate da un filo conduttore, da modificare e reinterpretare, senza snaturare la ricetta originale.

Questo mese il tema è "Layer Cake" e io mi sono unita al gruppo con una Victoria Sponge Cake alle fragole.
Ho eseguito la ricetta originale, sostituendo la marmellata di lamponi con quella di fragole, pensando all'ottimo abbinamento panna e fragola!
Una ricetta più semplice del previsto, bellissima da vedersi e ott…

Parmigiana di melanzane a freddo e il nostro weekend ad Agerola per Risate e Risotti

Un weekend all'insegna della cultura alimentare e della biodiversità.
Ecco come posso definire il weekend passato (3-5 Marzo 2017).

La ricetta che propongo oggi è infatti un elogio agli ingredienti magnifici che ho trovato in questo territorio.
Lo chef che ci ha guidate in questo magnifico tour enogastronomico è Antonio Villani, chef del ristorante dell'hotel San Pietro a Positano.

Come siamo finite in questo magnifico luogo? 
L'organizzatore dell'evento Risate e Risotti, Luca Puzzuoli, ci ha invitate come ospiti, assieme alla foodblogger Cristiana, ad Agerola, magnifico paese nell'entroterra della costiera amalfitana.
Un'occasione per cucinare con grandi chef e per scoprire luoghi da noi mai visitati.

Nella giornata di sabato, affiancate da chef preparati e qualificati, abbiamo preparato una ricca cena per l'agriturismo La Cascina del Sole ad Agerola.
Splendidi piatti, magnifiche preparazioni corredate da accurate spiegazioni ci hanno accompagnate per tutta la gio…