Passa ai contenuti principali

Auguri e Hot Cross Buns


Auguri di buona Pasqua e felice Pasquetta!
Festa, famiglia e amicizie solide riempiono per me questi giorni di vacanza..
E, lo ammetto, anche cibi e piatti di ogni origine e tradizione..
Come ogni anno, a grande richiesta di mia sorella, non é mancata la Pastiera Napoletana..
Mi sono cimentata, con grandi risultati nella colomba, ma avendo sempre manie di abbondanza in ripieni e farciture, la glassa é colata qua e là e ho deciso, con disappunto sempre di mia sorella, di evitare foto, almeno per questa volta..
E così abbiamo accolto altre tradizioni, altre usanze, provenienti da oltre manica..

Gli Hot Cross Buns.
Questi panini dolci britannici sono tipici del periodo pasquale, in particolare del Venerdì Santo.
Essi non vengono incisi con il coltello in superficie, ma viene disegnata sulla sommità una croce a base di farina e acqua, segno di benedizione e di cristianità.
Vi sono inoltre superstizioni legate a questi buns: una di esse narra che diviso con un amico, questo dolce panino conserverebbe l'amicizia per tutto l'anno.
E in segno di belle, fantastiche amicizie, che negli anni accompagnano le nostre feste, ho deciso di prepararli. 
Sono bellissimi a vedersi e molto speziati.

Ingredienti:
500 gr farina
300 ml latte
1 uovo
80 gr zucchero
55 gr burro
1 bustina lievito di birra secco
1 pizzico di sale
mezza noce moscata
un cucchiaino di cannella 
buccia di arancia, mandarino e limone grattuggiata
50 gr uvetta(sultanina e verde) e albicocche essiccate
30 gr mela disidratata
per la glassa:
2 cucchiai di farina e poca acqua
marmellata di albicocche

Esecuzione:
Scaldare il latte fino a renderlo tiepido, aggiungere il burro e farlo sciogliere.
Mescolare la farina con il lievito, l'uovo sbattuto, lo zucchero e le spezie e il mix di bucce grattuggiate.
Unire a questo composto il latte.
Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Lasciare lievitare un'ora, riprendere l'impasto ed aggiungervi la frutta disidratata mista.
Dividere in 16 palline e disporle in una teglia rettangolare.
Lasciare riposare mezz'ora e nel frattempo preparare la glassa con farina acqua e aroma di arancia.
Con questa glassa formare una croce su ogni bun e infornare a 200° per una decina di minuti.
Sfornare e glassare con marmellata di albicocche scaldata in un pentolino.
 



Commenti

  1. Che bella la vostra Pasqua, tradizionale ma non solo!! I dolci non vi sono di certo mancati! Questi hot cross buns ci affascinano da tempo...che dite, li proviamo anche se la Pasqua è già trascorsa?
    Sono bellissimi complimenti !
    Felice Pasquetta!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, la bilancia non sarà contenta! ;)
      Provateli care, anche se la pasqua è trascorsa! Sono buonissimi anche come semplice panino per la colazione!
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Ma ciaoooooo!! Io passo in ritado, ma assaggio volentieri un hot cross bun! I miei tra poco arriveranno sul blog, nei prossimi giorni. Io la mela non ce l'ho messa, splendida idea!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serviti pure, cara! ^_^
      aspetto la tua versione, sono curiosa!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Voglio provarli anch'iooooo!!!! :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali, sono buonissimi e morbidi.. Fino a due giorni conservano comunque una certa morbidezza e si possono riscaldare, per ridare fragranza, in un fornetto!
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Che meraviglia, bravissime!!! Sembrano dipinti, con i dolci siete proprio delle campionesse!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, auguri!
      Sai che per i dolci io ho un debole, sono quello che più mi rilassa e mi da soddisfazione!
      Felice che ti piacciano!
      Smack

      Elimina
  5. Auguri in ritardo..sono stati giorni molto difficili..
    Grazie x le parole che hai lasciato da me <3<3<3
    A presto con il solito sorriso (spero) <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro spero di risentiti presto con il sorriso di sempre!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Cara sono bellissimi!!!!! Ti sono venuti uno spettacolo!!! :) Super soffici...te ne rubo un paio e ti mando un bacio! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro!
      Si sono conservati morbidi per più giorni e lo speziato con la marmellata di albicocca è super!
      Ruba, ruba!! ;)
      Un abbraccio!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …