Passa ai contenuti principali

La finale di Risate & Risotti e il nostro risotto "Una ciliegia tira l'altra"


Siamo tornate.
Questo weekend avevamo l'appuntamento tanto atteso: La finale del Contest Risate e Risotti, organizzato da Luca Puzzuoli per l'amica scomparsa Giuseppina Carboni.

La location e l'alloggio erano memorabili: la bellissima cornice di Lucignano hanno fatto da sfondo all'evento.

La nostra gara si è svolta sabato mattina, presso il ristorante Il Goccino, con gli altri due foodblogger estratti a sorte: Nientedietadadomani e LechicchediCristiana.
Riprese, prove. Poi l'apertura delle mystery box e.. Terrore.
In tutte e tre le scatole vi era della frutta abbinata a della carne.
E pensare che nell'intervista avevamo detto quasi tutti che non avremmo voluto frutta! 






Pazienza Marta, rimbocchiamoci le maniche.
Oltre a costolette di maialino a pezzo intero avevamo peperoni e ciliegie: più di un brivido mi è sceso lungo la schiena.
E partiamo:
La base sarà un risotto ai peperoni con ciliegie, impreziosito con perle di ciliegia e costolette di maialino glassate al miele.
La nostra scelta è stata quella di voler mantenere la natura del pezzo di carne assegnatoci, anche se la costoletta era davvero difficile da inserire in un risotto.
Dopo ansie, paure, ma anche tanto divertimento e tecnica abbiamo fatto uscire il nostro risotto dalla cucina.
Eravamo fiere della riuscita del piatto, soprattutto con degli ingredienti e tecniche di preparazione così impegnative.

Titolo? 
Dall'ansia di non far bene non lo avevamo nemmeno pensato. 
E questo ci è costato caro, a detta dei giudici durante la proclamazione.
Lo ha scelto Marta, nel pomeriggio, nella tranquillità della piscina dello splendido B&b che ci ospitava: "Una ciliegia tira l'altra".
Titolo perfetto, perchè esprimeva davvero l'essenza del nostro piatto: la ciliegia era infatti il filo conduttore che accompagnava l'assaggiatore nella degustazione del piatto.

Alla sera nella splendida piazza di Lucignano la proclamazione, durante la magnifica cena che per l'evento era stata organizzata dai ristoranti Il Goccino e La Rocca: ci siamo aggiudicate il IV posto. 
Tantissima fatica, stanchezza, ma anche tanta soddisfazione.
E la felicità di aver costruito nuove amicizie, in giro per l'Italia, tramite ciò che più c riesce meglio: cucinare.
Che in realtà siamo un medico e un ingegnere è solo un piccolo dettaglio. ;)




Risotto una ciliegia tira l'altra

Ingredienti:
un carrè di maialino da cui ricavare 4 costolette
una manciata di ciliegie
un peperone rosso
un peperone giallo
aglio
rosmarino
cipolla
miele 
senape
aceto bianco
vino bianco
zucchero di canna 
burro
brodo vegetale
sale e pepe q.b.

Esecuzione:
Disossare il maialino, pulendo la costola e tagliando 4 costolette.
La tecnica non è semplice, ma con un po' di pazienza si riesce a pulire, raschiandola con la lama di un coltello affilata, tutta la parte del costato, per dividerlo in costolette.
Mettere le costolette a marinare con senape, miele, aceto bianco, rosmarino, aglio, sale e pepe.
Pulire, togliere la pelle e ridurre a cubetti i peperoni.
Denocciolare le ciliegie.
Tenerne 5 da parte e utilizzare tutte le altre.
Scaldare in una padella il burro, aggiungere la frutta, farla saltare leggermente, dopo di che aggiungere zucchero di canna e poco aceto. Far evaporare, salare e tenere da parte.
Iniziare ora la cottura del risotto: tritare finemente la cipolla, soffriggerla in un po' di burro e aggiungere il riso.
Quest'ultimo dovrà essere tostato alla perfezione, diventando quasi trasparente all'esterno e bianco al cuore.
Sfumare con il vino e continuare la cottura con il brodo.
A metà cottura aggiungere i peperoni.
Quasi al termine aggiungere anche le poche ciliegie tenute da parte e ridotte a cubetti.
Nel frattempo cuocere le costolette: nella stessa padella dove si sono preparate le ciliegie, spadellare le costolete, dorandole all'esterno. Ripassare 2 minuti in forno a 200°.
A cottura del riso ultimata spegnere il fuoco, far riposare e mantecare con parmigiano e burro.
Impiattare disponendo il risotto sul fondo del piatto, decorando con perle di ciliegia e costolette glassate.





Tutte le foto sono a cura del simpaticissimo fotografo Fabio Alessandrini
Un sentito grazie a Luca e a Moreno, per questa fantastica avventura, l'anno prossimo ci riproveremo!
Grazie anche a tutti gli sponsor dell'iniziativa: Hotpoint di Ariston, Pasta Panarese, Riso Maremma, Frantoio Mancianti, Prodotti Boscovivo e Cantina Gattavecchi.



Commenti

  1. Con quegli ingredienti sarei andata nel panico O_o siete state bravissime e la presentazione del vostro risotto è da oscar :-)
    Non posso che replicare all'infinito i complimenti :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Risotto ai germogli di rovo

Adoro scoprire le ricette di una volta, quelle che facevano le nonne delle nostre nonne, cogliendo nei prati e nei boschi le erbe "antiche", assieme alle quali creavano piatti favolosi.
La cucina degli ingredienti dimenticati; la cucina che purtroppo va sempre più perdendosi, perché tanti, me compresa, alcune piante commestibili non le conoscono e non le sanno riconoscere, perse tra altre mille varietà.
L'esperto delle erbe di campo é mio cognato, nipote di una fantastica cuoca emiliana, il quale ha fatto conoscere aspetti di una cucina ormai sconosciuta a me e mia sorella.. Questo é il periodo in cui si andava nelle "fasce", i nostri terrazzamenti genovesi, o nelle alture dietro al mare, a cogliere ciò che la terra spontaneamente offriva. 
E noi abbiamo rispolverato questa tradizione; questo per noi é il periodo in cui si vanno a riempire i cesti di ortiche, tarassaco e altre erbe spontanee, per trasformarle in piatti appetitosi e succulenti.
L'idea per questa r…

Sacripantina: dolce tipico della mia Genova

La sacripantina é un dolce tipico della mia città. Fino a pochi giorni fa ne conoscevo solo il nome, citato spesso come uno dei dolci più buoni della pasticceria genovese.
L'altro pomeriggio però mia sorella mi lancia la sfida: "La vorrei fare per portarla al lavoro.."  Parlare di fare un dolce a me é sfondare una porta non aperta, ma spalancata.. E così é iniziata l'avventura :)
Questo dolce sembra dovere il suo nome al re Sacripante invaghitosi della bella Angelica (tutti conosciamo la storia raccontata nell'‘Orlando Furioso’).(Fonte Torta Sacripantina)
La ricetta più famosa é di una nota pasticceria, ma io ho cercato di riprodurla prendendo ispirazione da questo blog. Ho poi utilizzato una tecnica un po' più veloce per la pan di spagna e modificato la bagna con "puro" marsala. E' un dolce molto liquoroso, di quelli che adora mia sorella, amante dei bigné allo zabaione e della loro alcolica crema.
Ed é il dolce delle feste della mia bellissima Genova …

Finale Rice Food Blogger Giuseppina Carboni e il nostro risotto "Primavera in cortile"

Ieri ci siamo riviste. E' stata un'emozione arrivare seconde alla Finale del Rice Food Blogger Organizzato da Luca Puzzuoli in onore dell'amica Giuseppina Carboni. E più che una gara per noi è stato un momento di condivisione. Di bei momenti tra vecchi e nuovi amici. Tutti con una passione comune:la cucina.
L'evento si è svolto nel magnifico Relais Borgo San Faustino, ad Orvieto. In mezzo alla campagna umbra io, Marta, Ilaria, Angela, Sara ed Alessia, ci siamo sfidate a colpi di mestoli e pentole per aggiudicarci il titolo del Miglior Risotto.
Gli ingredienti? Tutti differenti, e a noi ignoti fino all'ultimo, scelti accuratamente dallo chef Gregory.
A giudicare il nostro piatto? Otto giudici con la G maiuscola: Cristiana Curri Vincitrice del Contest Rice Food Blogger “Chef Giuseppina Carboni” 2016 Gregori Nalon Chef di Alice Tv Franca Rizzi conduttrice di Casa Alice
Silvia Baracchi Chef Stella Michelin del Relais & Chateaux Il Falconiere di Cortona
Anna Maria Pellegrino…