Passa ai contenuti principali

Sughi a cotture lente parte II: sugo di funghi e lasagne ai sapori di autunno.


Quest'anno mi sono fissata con le cotture lente.
Con il rumore del lento sobbolire del sugo..

Magari mentre fuori piove, con i vetri che si appannano per la troppa differenza di temperatura tra l'interno e l'esterno della casa.

Il sugo che piano piano si riduce, un po' per la cottura..
Un po' per i svariati assaggi, con il pane o direttamente con il cucchiaio..
Mentre assieme alla famiglia si prepara tutto il resto per un delizioso pranzo tutti assieme.

Un sugo che sa di autunno in ogni sua parte, con gli unici funghi che io riesco a vedere: galletti o finferli - che dir si voglia - e colombine.. Con un unico fungo porcino trovato dalla dolce metà (uno ma bello grande e sano..!).
Il sugo che è risultato era buonissimo, corposo e con i funghi ancora croccanti.
E che pasta potevo abbinarci? I taglierini li avevamo mangiati da poco.. Quindi sono venute quasi in automatico le lasagne!

Piccola nota: inizialmente non volevo nemmeno postarla questa ricetta, poiché le lasagne, come piacciono a noi sono strapiene di sugo e besciamella e con poca pasta, quindi tendono a "sdraiarsi" nel piatto, risultando poco fotogeniche.. Ma erano talmente buone che non potevano non rientrare tra le ricette da rifare e rifare..
 

Ingredienti:
Per il sugo:
1 scatola di pelati grande
Funghi:3 colombine,5 galletti,1 porcino (tutti di medie dimensioni) 
una carota
 una cipolla
una costa di sedano
qualche foglia di prezzemolo
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
1 rametto di rosmarino 
2 foglie di alloro
olio e burro
sale e pepe  
brodo di manzo (500 ml)
1 bicchiere di vino bianco per sfumare
Per la besciamella:
1 L di latte
100 gr farina
100 gr burro
Per la pasta:
2 uova e 250 gr di farina più un pugno di spinaci bolliti e strizzati
oppure
2 pacchi di pasta da lasagna (uno verde e uno bianco, se ne userà metà di ciascuno) 

Esecuzione:
Per il sugo:
Tritare le verdure con aglio,prezzemolo,peperoncino.
Soffriggere in abbondante olio e burro.
Aggiungere i funghi tagliati in pezzi, lasciare insaporire e sfumare con il vino.
Aggiungere il rosmarino e l'alloro.
Aggiungere i pelati, schiacciarli in modo grossolano e continuare la cottura per 2 ore, aggiungendo un po' di brodo per evitare che il sugo si restringa troppo e tenda ad attaccarsi.
Regolare di sale e pepe.

Per la besciamella:
Sciogliere il burro in un pentolino. Aggiungervi la farina e fare il roux: si formerà una pallina di impasto che tenderà a staccarsi da sola dai bordi e dal fondo del pentolino.
Aggiungere il latte caldo e cuocere, evitando di formare grumi, per una quindicina di minuti.

Per la pasta:
impastare 100 gr di farina con un uovo, mentre i restanti 150 gr con gli spinaci e l'uovo. Se l'impasto risultasse troppo duro aggiungere un poco di acqua.
Stendere la sfoglia sottile e tagliarla a forma di rettangoli.
Bollire per qualche minuto in acqua salata e scolare su un canovaccio pulito.

In alternativa si possono utilizzare sfoglie già confezionate, ricodandosi comunque di bollirle qualche minuto prima di utilizzarle.

Formare le lasagne alternando strati di pasta e besciamella e sugo, arricchendo ogni strato con una bella spolverata di parmigiano reggiano.
Cuocere per 20-30 minuti in forno caldo a 180-200°.









Commenti

  1. Questa ricetta è pura poesia. complimenti!
    Ne approfitto x augurarvi un felice we <3

    RispondiElimina
  2. Le mie ragazze stupiscono sempre... Anche io fan delle cotture lente e delle basse temperature. Grandi, fa venire un'acquolina!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie... Sei gentilissima! La prossima volta te ne spediamo una fetta! ;D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …