Passa ai contenuti principali

La mia Victoria Sponge Cake per il club del 27!


Qualcuno direbbe, ci sono cose che non si possono provare, per tutto il resto, c'é MtChallenge!

Sì, perchè alcune preparazioni o ricette, se non le propongono le menti diaboliche dell'MTC, tanti di noi non le sognerebbero nemmeno, vero??

Eppure ogni volta, scoprire nuovi dettagli e condividere nuove preparazioni è uno stimolo e una spinta a migliorarsi.
E così quando si è palesata l'idea di un club, con vari temi, di mese in mese, per sperimentare e cucinare insieme, non ho potuto dire di no!
L'idea è quella di proporre un ventaglio di ricette, tutte collegate da un filo conduttore, da modificare e reinterpretare, senza snaturare la ricetta originale.

Questo mese il tema è "Layer Cake" e io mi sono unita al gruppo con una Victoria Sponge Cake alle fragole.
Ho eseguito la ricetta originale, sostituendo la marmellata di lamponi con quella di fragole, pensando all'ottimo abbinamento panna e fragola!
Una ricetta più semplice del previsto, bellissima da vedersi e ottima da gustare.

Ingredienti:
Per le basi:
4 uova
zucchero (pari peso delle uova)
farina (pari peso delle uova)
burro (pari peso delle uova)
8 gr lievito per dolci

Per la farcitura:
marmellata di fragole
250 gr mascarpone
250gr panna da montare
50 gr zucchero a velo + quello per decorare

Esecuzione:
Preriscaldare il forno a 180°.
Montare il burro con lo zucchero, dopo di che aggiungere le uova, uno per volta per evitare di far impazzire il composto.
Aggiungere la farina miscelata con il lievito e amalgamare.
Dividere l'impasto in due teglie imburrate e infarinate ed infornare, per 20/25 minuti.
Montare il mascarpone con lo zucchero e aggiungervi la panna precedentemente montata.
Una volta raffreddare le sponge cake, spalmare una metà con la marmellata di fragole e l'altra metà con la crema di mascarpone.
Chiudere a mo' di sandwich.
Spolverare con zucchero a velo.
Guastare, possibilmente con té e latte!









 

   

Commenti

  1. Questa è la mia prossima... non amo le cose troppo complicate, e guardando la tua torta viene voglia di farla e mangiarla.. bravissima :-)

    RispondiElimina
  2. Buongiorno bimbe!!!!
    Avete tirato fuori dal cilindro una bellissima torta che mi ha aumentato la voglia di primavera, di camminate all'aria aperta MANO NELLA MANO col mio amore!!!!

    RispondiElimina
  3. Molto romantica con la primula.... mi piace! Un bascio e buona settimana

    RispondiElimina
  4. wow, è davvero splendida! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. È stata anche la mia torta e vedo che ognuna di noi ci ha messo un po' di se stessa.

    RispondiElimina
  6. Elegantissima la decorazione con la primula! Complimenti davvero! Un caro saluto!

    RispondiElimina
  7. Non ci crederai mai fatta...pian pian le farò tutte, bella la tua molto elegante e golosa con quella farcia. Baci

    RispondiElimina
  8. Tante meravigliose torte...tutte uguali eppure ognuna è riuscìta a renderla unica con la propria decorazione o interpretazione....anche la tua è bellissima 😀😀

    RispondiElimina
  9. Son sicura che sia una bontà!

    RispondiElimina
  10. mascarpone e fragole, un gran bel connubio, perfetto per questa torta! Complimenti!

    RispondiElimina
  11. dalla fetta si capisce perfettamente la bontà che la caratterizza. buona idea anche con la confettura di fragole.bravaaa

    RispondiElimina
  12. con le fragole sfondi unaporta aperta! deve essere davvero deliziosa!

    RispondiElimina
  13. Ma allora siamo sorelle di torta! Ne sono contenta. La tua è un po' più sciantosa, con quelfiore...Bella!

    RispondiElimina
  14. Non potrei mai fare una torta complicata, proprio io che forse sono stata investita della fortuna del dilettante e ho fatto una dignitosa Yellow Cake. Ma questa tua è la mia prossima. Sperando che il risultato non cambi. Molto elegante.

    RispondiElimina
  15. Hai ragione, le nostre torte sono serelle! La tua però ha una fantastica confettura di fragole (quella che amo di più in assoluto) e una primula che fa provare invidia ai miei petali di ciclamino! Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  16. Un'altra sponge, semplice e perfetta. Complimneti!

    RispondiElimina
  17. Le fragole le ho, sul balcone, e questa sponge mi ispira, è come se sentissi il profumo. A breve nel mio forno ;-)

    RispondiElimina
  18. Stupenda, perfetta nella sua semplicità che racchiude gusto ed eleganza, complimenti!

    RispondiElimina
  19. la mia amata sponge anche con una semplice presentazione conquista tutti, bella!

    RispondiElimina
  20. Ecco un'altra sponge con la faccia golosa. La Regina sarà scandalizzata da questa torta che è l'emblema della godibilità. Ma tanto, ormai da tempo è passata a miglior vita ...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Di ritorno dalle vacanze con una ricetta tutta ligure: Pansoti in salsa di noci

Le vacanze sono finite, trascorse, terminate. Adoro viaggiare, scoprire nuovi angoli di bellezza, rimanere abbagliata dalla cultura dei luoghi e delle persone. Ma adoro anche tornare, rivedere i miei angoli di paradiso, rispolverare le mie, di tradizioni, questa volta... Magari con un pizzico di innovazione.
E così nascono questi pansoti, tipica ricetta della mia terra e pilastro saldo della mia cucina. Li ho già fatti molte volte, ma questi rappresentano la versione più povera, priva di ricotta con unicamente tante verdure di campo nel ripieno.

Per dare un tocco di innovazione ho inserito pezzettini di foglie di maggiorana nella sfoglia.


Ingredienti: Per la pasta: 400 gr farina 2 uova foglioline di maggiorana acqua q.b. Per il ripieno: 1 kg preboggion(erbe di campo miste) 1 spicchio di aglio parmigiano reggiano q.b. maggiorana noce moscata Per la salsa di noci: 200 gr noci 50 gr pinoli 4 foglie di prezzemolo maggiorana 1 spicchio di aglio mollica di un panino ammollata nel latte
Esecuzione: Impastare tutti gl…