Passa ai contenuti principali

Pasta alla sorrentina con stracciata per l'MTChallenge n°48


Ok, ok... Lo ammetto.
Questa volta appena letto il tema dell'MTChallenge un brividino mi é venuto.
E mia sorella se la rideva.. 
Perché sa bene che io i sughi semplici semplici, veloci veloci, non li so fare..
Perché la pasta con solo il pomodoro non é mai stata il mio massimo, e non la faccio nemmeno poi così bene.. 
Eheheheh... Poi però leggendo bene, il tema era la pummarola sì, ma arricchita di ingrendienti, come spezie, aromi e altro.
E a leggere le ricette di Paola, vincitrice della sfida dello scorso mese, mi si é aperto un mondo, fatto di profumi, di olio che sfrigola e di sole.

E allora la nostra testolina ha iniziato a frullare idee.
Ed eccoci con la prima proposta.
Questa é una pasta che a me piace tantissimo, soprattutto d'estate, di ritorno dal mare, é un classico intramontabile.
La pasta alla sorrentina é una pasta al pomodoro con in aggiunta, a fine cottura, di mozzarella.
Noi l'abbiamo arricchita di acciughe sotto sale e, al posto della mozzarella, abbiamo usato dell'ottima stracciata.

Pasta alla sorrentina con stracciata

Ingredienti:
160 gr spaghetti grossi
300 gr pomodorini piccadilly
2 acciughe sotto sale pulite e dissalate e diliscate
1 spicchio di aglio grande
200 gr stracciata
basilico

Esecuzione:
 In abbondante olio far imbiondire un grosso spicchio di aglio, aggiungendo solo all'ultimo le acciughe per farle sciogliere.
Aggiungere i pomodori, tagliati in quattro.
Far cuocere i pomodori per una decina di minuti, aggiungendo un mestolo di acqua di cottura della pasta e regolando un poco di sale.
Aggiungere qualche foglia di basilico.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata. E' bene che la marca scelta sia di ottima qualità: io oramai compro poche marche, ma che al palato fanno la differenza. 
Spesso pur non sapendo quale pasta viene cotta, si riesce a sentirne la struttura e la bontà al primo assaggio!
Trascorso il tempo di cottura scolare la pasta, tuffarla nel sugo ed aggiungervi metà della stracciata.
Saltare il tutto per qualche minuto, impiattare e guarnire ogni porzione con la restante stracciata, qualche foglia di basilico e un filo di olio a crudo.





 Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge n°48: La pasta con il pomodoro

http://www.mtchallenge.it/2015/05/mtc-n-48-la-ricetta-della-sfida.html

Commenti

  1. io la mangerei anche adesso che sono già passata alla frutta, invita molto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! Sono contenta che ti inviti all'assaggio!
      ^_^

      Elimina
  2. purtroppo li posso gustare solo con gli occhi!!! Che peccato, la stracciata con il pomodoro un'unione vincente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la stracciata la adoro in ogni piatto, sia esso una semplice insalata o un primo piatto!
      :D

      Elimina
  3. Direi che la tua paura sui sughi al pomodoro "veloci" l'hai superata brillantemente ...brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!
      In effetti é piaciuta tanto.. Dovrò ricredermi sui sughi "fast"! ;)

      Elimina
  4. Oddio che piatto di pasta stupendo!!!
    Io credo che sia davvero buonissima...e per fortuna che non ti sentivi pronta sui sughi veloci!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara...!
      Alla fine, nonostante le prime titubanze, ne é venuto fuori un piatto semplice ma gustosissimo!

      Elimina
  5. Direi che velocemente hai tirato fuori un piatto da urlo. Mi piace quel sughetto così corposo e il colore rosso passione di quei pomodori che si mescolano al bianco della stracciatella. Una sorrentina rivisitata coi fiocchi :) Grazie per la tua ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per lo splendido tema scelto.
      In questo modo mi sono messa alla prova con piatti che raramente preparo!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Semplice, e deliziosa.. molto molto invitante, che quasi quasi me ne farei un piatto(ne) pure ora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh, ma si, tanto é veloce..
      Anche a tarda serata una spaghettata ci sta!
      Grazie cara!

      Elimina
  7. meno male che non sono il tuo forte, i sughi veloci. Da zeneize, non posso che applaudire all'inserimento dell'acciuga salata (ne ho una scorta infinita, qui a Singapore, e ci attingo tutti i santi giorni), che oltretutto sisposa benissimo con il sugo, valorizzando il resto degli ingredienti. Grande partenza, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta un dettaglio per svelare le proprie tradizioni, come per me lo é stata l'acciuga.. :)
      E se finisci le acciughe di riserva Ale, facci un fischio! ;)
      Grazie mille per gli splendidi complimenti..! ^_^

      Elimina
  8. Brava!
    Ottima idea saltare con la stracciata e poi le acciughe insieme ai pomodori sono praticamente a casa.
    Buono! Riesco a sentire il sapore!

    RispondiElimina
  9. Brava!
    Ottima idea saltare con la stracciata e poi le acciughe insieme ai pomodori sono praticamente a casa.
    Buono! Riesco a sentire il sapore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, per noi liguri le acciughe vanno un po' ovunque!
      Felice che ti sia piaciuta questa proposta!

      Elimina
  10. Meno male che non sapevi fare i sughi veloci!! Questo è favoloso, da acquolina in bocca ... e questa è l'ora della tisana della sera!! A pensarci bene è anche quasi l'ora della spaghettata di mezzanotte. Vado a mettere su la pentola. Al sugo ci pensate voi vero? Ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, vai di pentola!
      A una spaghettata di mezzanotte non si dice mai di no! ;D

      Elimina
  11. Una pasta gustosissima, che bontà questo sughetto, tanto invitante, complimenti!!!

    RispondiElimina
  12. Buona, buona! Per questa mio marito impazzirebbe. Ha un debole per mozzarelle e stracciatelle abbinate ai primi piatti, per le acciughe un po' meno ma io le metto di nascosto e lui neanche se ne accorge.
    Ottima proposta. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, le acciughe si sciolgono e portano la giusta sapidità! ;D
      Grazie degli splendidi complimenti! ^_^

      Elimina
  13. Buono, semplice e delizioso. Hai fato centro, nel mio stomaco di sicuro! :-)

    RispondiElimina
  14. Una visione! Bravissime, io ci provo questo fine settimana!! Buon weekend, un bacio, A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E so già che farai una ricetta superlativa!
      Buon w.e. a te cara, smack!

      Elimina
  15. Noooo io a vedere queste foto svengo! E pensare che a pranzo ho una scondita minestrina di verdure. Mamma mia che foto invitanti, mi avete folgorato con questo piattino! Bacioni e bion week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, mi hai fatta morire dal ridere..! ^_^
      Grazie cara, sono contentissima che ti sia piaciuto!
      Smack

      Elimina
  16. Adoro la stracciata e non posso non amare questo vostro stupendo piatto, dove i pomodori e le acciughe si sposano a meraviglia! Brave, ottima proposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei sempre carinissima...!
      Anche noi adoriamo la stracciata, giusto perchè non vorrai mica non rendere calorico un sano piatto di pasta al pomodoro...?!?

      Elimina
  17. Caspiterina che piatto!! Cioè è quasi mezzanotte,ma non sai quanto mi mangerei questa pasta tipo ora, subito!! Adoro la stracciatella, e il sugo di pomodoro fresco, la semplicità iin questi casi vince!! Complimenti , fa troppo golaaaa!
    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie pancettina!!!
      E comunque si usa fare la spaghettata di mezzanotte, no? Siamo in tempo quindi! ;)

      Elimina
  18. Il condimento alla sorrentina è un classico che adoro. E quelle acciughine... yummiiiiiieeee

    RispondiElimina
  19. HAi avuto un'ottima idea, io a questo giro sono proprio nel pallone :(
    Pagherei oro per un po' di stracciata....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo...! Tirerai fuori dal cappello qualcosa di super! ;)

      Elimina
  20. Che bel piatto! Unica controindicazione: si rischia di sbavare davanti al pc se non ci si appresta a prepararlo. Fiuuu...esco a fare la spesa!!
    Anna Lisa

    RispondiElimina
  21. Ecco.
    Sapevo che non dovevo passare da te di prima mattina e a stomaco vuoto (in realtà ho solo tre caffè nello stomaco e tra poco mi faccio il quarto). Tu mi tenti...
    Tu vuoi che mangio un piatto di spaghetti di prima mattina. Che poi per me non sarebbe una novità. Una volta da piccola mi sono mangiata per colazione tre fette di polpettone e qualche pomodoro arrosto avanzati dalla sera prima. Insomma... ho uno stomaco di ferro, cosa vuoi che sia un piatto d spaghetti? Poi tu mi ci metti le acciughe e la stracciata... e io ti adoro sempre più!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah...!
      Ma si dai, tanto la colazione é il pasto più importante.. Perché non metterci una bella pasta al pomodoro?!? Io personalmente al mattino sono "Sweets forever" ma se vuoi io te la preparo! ;)
      Un abbracciotto!

      Elimina
  22. E peccato che non la sapevi fare bene! Il sughetto è venuto una meraviglia, si intuisce dalla foto e l'idea della stracciata è perfetta per questo piatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie cara... Diciamo che davanti alla pura semplicità sono andata un po' in ansia!! ^_^
      Un abbraccio

      Elimina
  23. La semplicità è sempre vincente nella vita ed i cucina! Piatto coloratissimo ed invitante.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Gnocchi di polenta con porri e speck gratinati al forno

Con queste giornate, all'insegna della pioggia e del freddo, la voglia di mettere il naso fuori di casa e' davvero poca, mentre quella di cucinare e soprattutto infornare è davvero tanta. Il ticchettio della pioggia scandisce i minuti e io, sempre presa dalla frenesia, riesco a rallentare. I gnocchi sono sempre stati un piatto classico della mia famiglia, quelli di patate con il pesto erano un must del weekend. Oggi, per la giornata nazionale degli gnocchi, propongo invece degli gnocchi inusuali, che strizzano l'occhio al riciclo e a ricette differenti. Io non amo la polenta. Quando in inverno tutti si esaltano di fronte a quella lava ustionante al mais, io mi stringo facendo spallucce e ripiego su una copertura infinita di sugo per coprire di gusto questa "farina" che non mi ha mai soddisfatta. Poi la ho riscoperta "riciclata", impastata con farina e uova per dargli nuova forma e gustarla come piace a me! Se, dopo averli prepa

Pollo thai con riso basmati e verdure

Ho sempre pensato che la cucina italiana avesse una marcia in più rispetto a tutte le altre. Anni e anni di tradizioni culinarie, studi e tecniche per creare un patrimonio che in molti ci invidiano. Libri antichissimi narrano già di tecniche che ora utilizziamo come innovative. Nonostante questa radicata convinzione però, da più grandicella ho scoperto cucine estere, esotiche e speziate e le ho adorate. Gusti nuovi, aromi e profumi di paesi lontani... Tradizioni, anche quelle, totalmente differenti dalle nostre. Abbinamenti e accostamenti diversi, ma ugualmente validi e studiati. E così, se in quei paesi ancora non sono realmente stata, in cucina posso viaggiare, pur restando nelle pareti di casa. Posso sbarcare in India, o volare in Giappone o in Cina. Ingredienti: 200 gr riso basmati un petto di pollo due cipollotti un broccolo due carote due zucchine un bicchiere di latte di soia salsa di soia prezzemolo zenzero buccia di lime peperoncino olio  sale e p

La torta rose di mele per il Calendario del Cibo

La mia prima torta rose l'ho preparata molti anni fa, per festeggiare i primi 6 mesi con la dolce metà. Mi ero impegnata molto poichè sapevo che i dolci così, semplici ed essenzialmente "poco dolci", erano e sono tutt'ora i suoi preferiti. L'avevo preparata disponendo le roselline in uno stampo a cuore, un'amore di ragazza insomma... Ma ancora non avevo tutta questa esperienza nella pasticceria e ne uscì.. Un mattone. Un vero e proprio mattoncino di pasta lievitata, ma nemmeno troppo lievitata...  E lui se l'era mangiata tutta, povero.  Dopo quella volta ci sono stati molti tentativi e risultati sempre migliori. La ricetta è semplice, ma va eseguita rispettando i tempi di lievitazione altrimenti ciò che ne uscirà sarà una pasta dura e poco soffice. Per la Giornata Nazionale della Torta Rose propongo la mia versione di torta rose, data dall'unione di varie ricette e vari perfezionamenti, arricchita da delle fettine di mel