Passa ai contenuti principali

Pasta alla norma.. E il viaggio nelle tradizioni siciliane continua

Ed eccoci a proporvi nuovamente un piatto della tradizione sicula.. Questo periodo ci ispira così! :)

Un classico della cucina siciliana é la Pasta alla Norma, nome assegnatole dal commediografo catanese Nino Martoglio il quale davanti ad un piatto di pasta così condito avrebbe esclamato "È una Norma!", ad indicarne la suprema bontà, paragonandola alla celebre opera di Vincenzo Bellini (fonti: Wikipedia / mimmorapisarda.it).

Questo piatto molto semplice, sprigiona al palato un gusto fantastico, ricco, pieno.
Il pomodoro, la melanzana, il basilico e la ricotta salata, ingredienti tipicamente mediterranei, creano nel loro insieme un piatto completo e gustoso: impossibile non far felici i commensali con tale bontà! 

La ricetta che vi riporto é di una rivista di mia mamma, la cucina regionale de "La cucina italiana"; in questo inserto si trovano le fantastiche ricette regionali di svariati primi piatti di tutta Italia.


Ingredienti per 4 persone:
500 gr pomodori da sugo
 350 gr di spaghetti
3 melanzane tonde e violette
2 spicchi di aglio
basilico
ricotta salata
olio di oliva
sale e pepe

Esecuzione:
Togliere il picciolo alle melanzane, lavarle, asciugarle e, senza sbucciarle, tagliarle a fette sottili.
Appoggiarle su un vassoio coperto con carta da cucina e cospargerle di sale per permettere loro di buttare fuori la loro acqua.
Nel frattempo preparare il sugo: scaldare abbondante olio di oliva extravergine e unirvi i 2 spicchi di aglio, facendoli rosolare.
Aggiungere i pomodori spezzettati e qualche fogliolina di basilico. Salare, pepare e far cuocere una quindicina di minuti.
Sciacquare le melanzane, asciugarle e friggerle in abbondante olio di oliva finché non saranno dorate e croccanti.
Metterle a sgocciolare su carta da cucina, salarle leggermente tenendole in caldo.
  Nel frattempo bollire in abbondante acqua salata gli spaghetti e terminarne la cottura nel sugo, con le melanzane, avendo cura di tenerne qualcuna da parte come decorazione.

Impiattare la pasta, disporvi sopra le restanti melanzane e una pioggia abbondante di ricotta salata.

A noi é sembrata proprio una Norma! ;)






 

Commenti

  1. Da siciliana, anzi... palermitana doc ^_^ non posso che volare qui, attratta dai profumi della mia terra: good!

    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, che piacere avere visita da una palermitana DOC! Palermo è la città natale dei miei nonni, mi piacerebbe tantissimo visitarla un giorno.. Forse quest'estate... Chissà!!

      Elimina
  2. Sarebbe stato troppo facile buttarmi a commentare la focaccia ;-) sai com'è, sono di parte! E invece ti applaudo per questa Norma, che io adoro e ho rifatto il mese scorso per un contest. Mio marito ha origini siciliane e quando siamo andati in viaggio in Sicilia ce ne siamo innamorati. (della Sicilia... e della Norma!)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Hai ragione per noi genovesi la focaccia è un classico che non tramonta mai!! ;)
      Spero anche io di riuscire a fare un bel viaggetto in Sicilia...! E penso che l'amore sarà al primo sguardo! Dicono tutti che sia un'isola splendida! :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …