Passa ai contenuti principali

Aria di Natale e Bretzel con lievito madre

Siamo a Dicembre.. 
Dicembre sa di Natale, regali, addobbi, biscotti speziati ed altre ghiottonerie.
Per il momento manca quel freddo pungente, quel vento che ti punzecchia la faccia come fossero spilli, ma Dicembre é sempre Dicembre..
In Trentino, Valle d'Aosta e altre regioni (anche Genova e la Liguria ne hanno di carini) sono già stati allestiti i tipici mercatini, carichi di prodotti fatti a mano, culinari e non.

In automatico mi sono venuti in mente i miei mercatini preferiti: Bolzano, Bressanone, Vipiteno e Merano, solo per citarne alcuni.. Ma anche Innsbruck, Graz, Salisburgo e Monaco..
I mercatini di Natale trentini e austro-tedeschi sono per me i più affascinanti in assoluto.. 
Sanno di festa, di Natale, di neve e di Santa Claus!
E assieme a tutto questo mi vengono in mente i giga-bretzel, che vengono preparati solo in questo periodo dell'anno, extra-large dolci o salati, con cioccolato o farciti di speck!

Ho voluto allora sperimentarne la preparazione, con la mia piccola animaletta domestica!
La bollitura vera é quella fatta con la soda caustica, ma essendo io un po' timorosa, ho optato per quella a base di bicarbonato ed il risultato é stato comunque ottimo!

Ingredienti:
550 gr farina 00
250 gr pasta madre rinfrescata al massimo il giorno prima
250 gr acqua
40 gr burro
2 pizzichi abbondanti di sale
1 cucchiaino di miele  

Per la bollitura:
1 L acqua
8 cucchiaini di bicarbonato
2 cucchiaini di sale

Esecuzione:
Sciogliere la pasta madre con l'acqua e il miele.
Impastare aggiungendo la farina, il burro a pezzettini e per ultimo il sale.
Lasciare lievitare per 6 ore in una ciotola unta di olio e coperta da pellicola trasparente.
Trascorso questo tempo formare dei cordoncini della pezzatura di 150 gr circa e dare la classica forma a bretzel.
Lasciare lievitare altre due ore al caldo, coperti.
Procedere ora con la bollitura: tuffare in acqua e bicarbonato salata un bretzel alla volta rigirandolo su se stesso più volte, dopo un minuto scolarlo e metterlo su una teglia coperta di carta da forno.
Cospargere con sale grosso, sesamo o semi di papavero.
Infornare in forno caldo a 200° per una ventina di minuti.



Commenti

  1. E' una ricetta proprio buona! Brava!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! Sono contenta che abbia incontrato i tuoi gusti!
      ^_^

      Elimina
  2. Chissà che meraviglia quei mercatini..io non ci sono mai stata U.U
    Mi consolo con questi bellissimi e golosissimi bretzel :-)
    Complimenti e felice serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono bellissimi i mercatini!! Bisogna che una volta tu ci vada!!
      Grazie tesoro e buona giornata!
      Smack

      Elimina
  3. Buongiorno cara :) questa ricetta è speciale...bellissima davvero...si respira una deliziosa aria natalizia qui da te...
    Ti abbraccio!
    Ila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!
      Da oggi il blog si veste a festa con ricette ad hoc per questo mese! ;)
      Un abbraccione!
      Smack

      Elimina
  4. amo follemente il natale...
    quando poi porta a ricette come queste, figurati tu!

    RispondiElimina
  5. Ciao Bianca! Che bella ricetta...sono stupendi...eh sì, sento odore di Natale anch'io. Ti stringo...A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il Natale.. Mi riempie il cuore e mi fa stare bene.. Solo al pensiero! ^_^
      Un abbracciotto

      Elimina
  6. Il Natale mi mette un po' di tristezza....
    Bella la tua ricettina anche per preparare qualche pensierino!!!
    Buon week end lungo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mia cara, perché tristezza? Tutte le lucine!!! ;)
      Un abbraccio e buon w.e. lungo anche a te!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Di ritorno dalle vacanze con una ricetta tutta ligure: Pansoti in salsa di noci

Le vacanze sono finite, trascorse, terminate. Adoro viaggiare, scoprire nuovi angoli di bellezza, rimanere abbagliata dalla cultura dei luoghi e delle persone. Ma adoro anche tornare, rivedere i miei angoli di paradiso, rispolverare le mie, di tradizioni, questa volta... Magari con un pizzico di innovazione.
E così nascono questi pansoti, tipica ricetta della mia terra e pilastro saldo della mia cucina. Li ho già fatti molte volte, ma questi rappresentano la versione più povera, priva di ricotta con unicamente tante verdure di campo nel ripieno.

Per dare un tocco di innovazione ho inserito pezzettini di foglie di maggiorana nella sfoglia.


Ingredienti: Per la pasta: 400 gr farina 2 uova foglioline di maggiorana acqua q.b. Per il ripieno: 1 kg preboggion(erbe di campo miste) 1 spicchio di aglio parmigiano reggiano q.b. maggiorana noce moscata Per la salsa di noci: 200 gr noci 50 gr pinoli 4 foglie di prezzemolo maggiorana 1 spicchio di aglio mollica di un panino ammollata nel latte
Esecuzione: Impastare tutti gl…