Passa ai contenuti principali

Risotto "Coccole di gamberi" per la semifinale del Contest Rice Food Blogger alla Boscolo Etoile Academy di Tuscania


Siamo ancora emozionate..
Ancora ci tremano le gambe..
Eppure ci siamo, facciamo ufficialmente parte dei 5 blogger finalisti del Contest Rice Food Blogger, concorso ideato da Risate e risotti in memoria della chef Giuseppina Carboni.

Tutto è iniziato con una visita guidata dallo chef e proprietario dell'Accademia Boscolo Etoile: Rossano Boscolo.





Attraverso le varie stanze che compongono la struttura, egli ci ha raccontato il percorso che gli allievi percorrono per diventare chef o pasticceri professionisti.





Ogni sala lasciava a bocca aperta, ogni strumento e libro, all'interno della biblioteca, raccontava l'evoluzione culinaria: la prima forchetta, le prime tecniche e ricette.







Successivamente il gruppo si è spostato in una delle aule dove i ragazzi seguono le loro lezioni, ma non per assistere a una semplice spiegazione.
In questa sala infatti abbiamo potuto assistere allo Show Cooking realizzato dai docenti e allievi della scuola.
Piatti d'autore realizzati per noi e per i nostri estasiati palati.
Il menù prevedeva:
Crocchetta liquida al brasato al Chianti classico

Uovo soufflé con tuorlo panato e salsa alla carbonara al tartufo

Risotto con cipolla rossa di Tropea al sale, con salsa al gorgonzola, nocciole caramellate e aria di grappa

Fusillo con ragù di pescatrice su crema di melanzane affumicate
Polpo in olio cottura con fagiolino novello, aglio olio e peperoncino e salsa al passion fruit.

Dessert Aria di primavera: crema al limone su frolla croccante con biscotto morbido al pistacchio e sorbetto alla fragola

Il tutto abbinato a ottimi vini e raccontato, durante l'esecuzione, dagli chef, i quali si sono mostrati molto disponibili a rivelarci i loro segreti e tecniche di cucina.

Il giorno dopo è toccato a noi.
Noi dovevamo scegliere gli ingredienti per realizzare il nostro risotto: un piatto che ci raccontasse e ci rappresentasse.
E cosa se non le zucchine, ortaggio tipico ligure e i gamberi, che richiamano tanto la nostra famosa località, Santa Margherita Ligure?

Risotto Coccole di gamberi
Ingredienti (per due persone)
150 gr riso carnaroli
1 zucchina
8 gamberi
2 scalogni
prezzemolo
olio extravergine di oliva
burro
fumetto di pesce
vino bianco
farina
buccia di limone
Esecuzione:
Preparare inizialmente una bisque leggera, tostando le teste schiacciate dei gamberi. Sfumare con vino bianco, lasciare evaporare e coprire con 500mL di fumetto.
Questo procedimento permetterà di estrarre tutto il sapore di questi crostacei.
Trascorsa circa mezz'oretta spegnere il fuoco.
Pulire e tagliare a strisce sottili la zucchina, nel verso della lunghezza.
Pulire i gamberi e ricavarne, da 6 degli 8, una tartare.
Condire con olio, sale e zeste di limone.
Soffriggere lo scalogno tritato nel burro, tenendolo a fuoco basso per evitare di bruciarlo.
Aggiungere il riso, tostarlo per qualche minuto e sfumare con il vino bianco.
Lasciare evaporare e portare a cottura con la bisque accuratamente filtrata. Aggiungere altro fumetto per terminare la cottura.
A metà cottura aggiungere metà della julienne di zucchina.
Nel frattempo friggere in abbondante olio la restante julienne precedentemente infarinata.
Tritare con un frullatore a immersione una manciata di prezzemolo con l'olio, per ottenere un'emulsione di colore verde acceso. 
Terminata la cottura mantecare con il burro.
Impiattare versando per primo il risotto; sulla sommità disporre la tartare e poche zeste.
Versare quanche goccia di olio al prezzemolo e terminare con la decorazione di zucchine fritte.

Con questa ricetta siamo arrivate in finale!
Foto realizzate da noi e il fotografo Fabio Alessandrini 



Tutti i risotti della semifinale:



I finalisti con gli chef e gli organizzatori


Grazie ancora a tutti per la bellissima esperienza.. A presto!

Commenti

  1. Siete state bravissime e potervi abbracciare di persona ha reso quest'esperienza davvero unica :-) Faccio il tifo x voi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Consuelo, anche per noi conoscerti è stato super!
      Grazie mille per il tifo, incrociamo le dita!!! ;P

      Elimina
  2. Avrei dovuto esserci anch'io, ma non ce l'ho fatta proprio. Peccato, avrei tanto voluto incontrarvi! Comunque complimenti, il risotto è bellissimo e in bocca al lupo per la finale.L'ho vissuta l'anno scorso e sono certa che vi divertirete tanto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho vista nell'elenco... Peccato, ci avrebbe fatto tanto piacere conoscerti!
      Speriamo in un'altra occasione! ^_^
      PS: crepi il lupo!

      Elimina
  3. Wow, grandioso ragazze bravissime!!Complimenti, il vostro risotto deve essere una bomba ed oltretutto l'avete presentato benissimo!!Anche noi facciamo il tifo per voi! <3

    RispondiElimina
  4. Ma complimenti!!! Brave brave brave!!! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Gnocchi di polenta con porri e speck gratinati al forno

Con queste giornate, all'insegna della pioggia e del freddo, la voglia di mettere il naso fuori di casa e' davvero poca, mentre quella di cucinare e soprattutto infornare è davvero tanta. Il ticchettio della pioggia scandisce i minuti e io, sempre presa dalla frenesia, riesco a rallentare. I gnocchi sono sempre stati un piatto classico della mia famiglia, quelli di patate con il pesto erano un must del weekend. Oggi, per la giornata nazionale degli gnocchi, propongo invece degli gnocchi inusuali, che strizzano l'occhio al riciclo e a ricette differenti. Io non amo la polenta. Quando in inverno tutti si esaltano di fronte a quella lava ustionante al mais, io mi stringo facendo spallucce e ripiego su una copertura infinita di sugo per coprire di gusto questa "farina" che non mi ha mai soddisfatta. Poi la ho riscoperta "riciclata", impastata con farina e uova per dargli nuova forma e gustarla come piace a me! Se, dopo averli prepa

Pollo thai con riso basmati e verdure

Ho sempre pensato che la cucina italiana avesse una marcia in più rispetto a tutte le altre. Anni e anni di tradizioni culinarie, studi e tecniche per creare un patrimonio che in molti ci invidiano. Libri antichissimi narrano già di tecniche che ora utilizziamo come innovative. Nonostante questa radicata convinzione però, da più grandicella ho scoperto cucine estere, esotiche e speziate e le ho adorate. Gusti nuovi, aromi e profumi di paesi lontani... Tradizioni, anche quelle, totalmente differenti dalle nostre. Abbinamenti e accostamenti diversi, ma ugualmente validi e studiati. E così, se in quei paesi ancora non sono realmente stata, in cucina posso viaggiare, pur restando nelle pareti di casa. Posso sbarcare in India, o volare in Giappone o in Cina. Ingredienti: 200 gr riso basmati un petto di pollo due cipollotti un broccolo due carote due zucchine un bicchiere di latte di soia salsa di soia prezzemolo zenzero buccia di lime peperoncino olio  sale e p

La torta rose di mele per il Calendario del Cibo

La mia prima torta rose l'ho preparata molti anni fa, per festeggiare i primi 6 mesi con la dolce metà. Mi ero impegnata molto poichè sapevo che i dolci così, semplici ed essenzialmente "poco dolci", erano e sono tutt'ora i suoi preferiti. L'avevo preparata disponendo le roselline in uno stampo a cuore, un'amore di ragazza insomma... Ma ancora non avevo tutta questa esperienza nella pasticceria e ne uscì.. Un mattone. Un vero e proprio mattoncino di pasta lievitata, ma nemmeno troppo lievitata...  E lui se l'era mangiata tutta, povero.  Dopo quella volta ci sono stati molti tentativi e risultati sempre migliori. La ricetta è semplice, ma va eseguita rispettando i tempi di lievitazione altrimenti ciò che ne uscirà sarà una pasta dura e poco soffice. Per la Giornata Nazionale della Torta Rose propongo la mia versione di torta rose, data dall'unione di varie ricette e vari perfezionamenti, arricchita da delle fettine di mel