Passa ai contenuti principali

Tanti auguri mamma... Cheesecake al lampone e pistacchio


La mamma.
Quale posto speciale occupa nel cuore di ciascuno di noi?
E' lei che ci disinfetta il ginocchio sbucciato, lei che ci rimbocca le coperte e lei che ti asciuga le lacrime nei giorni bui.

Domenica ciascuno di noi ha, a modo suo, omaggiato la propria mamma, con un fiore, un regalo e perché no, un dolce.
Io e mia sorella abbiamo optato per queste due ultime opzioni, un regalino e un dolce.

Ma un dessert speciale, con i gusti che piacciono a lei: pistacchio, lampone e ricotta, tipico ingrediente dei dolci siciliani.

La ricetta? 
Per questa devo ringraziare ancora una volta l'MTChallenge, o meglio, i vincitori della sfida dello scorso mese, con i loro biscotti Acqua e Menta, Fabio e Anna Luisa, proprietari del blog Assaggi di viaggio, che ci hanno proposto per la sfida n°57 dell'MTC, una ricetta che si presta a molteplici variazioni: il cheesecake.
Nel loro post ci illustrano con sapienza le tecniche per ottenere la ricetta perfetta, sia in versione dolce che salata.
Come prima proposta non potevo che scegliere la versione dolce a crudo, poichè io questa ricetta l'ho sempre realizzata in versione dolce, ma cotta.
E' stata una scoperta: fresca, per nulla stucchevole, ma anzi che invoglia al bis.
E una ricetta abbastanza semplice in fin dei conti, ma che fa fare un figurone.

Cheesecake lamponi e pistacchio
Ingredienti:
Per la base
125 gr biscotti secchi
30 gr pistacchi
60 gr burro
Per il ripieno:
450 gr ricotta
8 gr colla di pesce
100 gr zucchero a velo
200 ml panna
Per la decorazione:
125 lamponi
5 gr colla di pesce
30 gr zucchero
2 cucchiai di granella di pistacchio

Esecuzione:
Per la base:
Frullare i biscotti con i pistacchi.
Sciogliere il burro, unirlo ai biscotti e con questo impasto ricoprire il fondo di una tortiera da 20 cm di diametro.
Tenere in frigorifero.
Per il ripieno:
Mettere a bagno in acqua fredda la colla di pesce.
Setacciare la ricotta e unirvi lo zucchero.
Aggiungere la colla di pesce sciolta in 50 ml di panna.
Aggiungere la panna montata mescolando dal basso verso l'alto.
Prendere la base e ricoprirla con la crema alla ricotta, livellare bene e rimettere in frigo.
Per il topping:
Mettere sul fuoco 100 gr di lamponi con 30 gr di zucchero.
Rompere i frutti con un cucchiaio e aggiungere, a bollore, la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda per 10 minuti.
Togliere dal fuoco, aggiungere la granella e far raffreddare leggermente, prima di versare sulla torta e livellare bene.
Lasciare in frigo almeno un'ora, dopo di che sformare la torta dallo stampo.
Servire.

Deliziosa.





La fetta:



Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge n°57 



Commenti

  1. Super super invitante.. ricotta e pistacchio sono ingredienti che adoro nei dolci quindi...la voglio fare! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Falla, falla...! Qui è piaciuta a tutti e, a crudo, il cheesecake non lo avevo mai provato! ;P

      Elimina
  2. mamma fortunata, la vostra. E anche una raffinata gourmand, visti gli abbinamenti che le piacciono. realizzazione impeccabile e torta golosissima. Brave, brave, brave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheh, cara Alw, diciamo che quando si parla di cucina qui, siamo tutti preparatissimi! E io e mia mamma condividiamo una passione sfrenata per i dolci, quindi!! ^_^

      Elimina
  3. Sono sicura che vostra madre avrà gradito questo dolce con tutta l'eleganza che lo contraddistingue sia per i sapori che per l'aspetto :-)
    Da parte mia vi ringrazio per questo cheesecake e sono felice che vi sia piaciuta la ricetta che abbiamo scelto per la sfida MTC di questo mese ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna Luisa, il bis lo ha fatto, quindi direi che ha gradito, eccome!
      Ne arriveranno altre... Sallo! ;P

      Elimina
  4. Mi piace moltissimo l'abbinamento lampone/pistacchio.. assolutamente nelle mie corde, me la prenoto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a noi!! Peccato solo averla fatta in versione mignon.. Giusto per poterne fare altre per la sfida! ;P

      Elimina
  5. Che bellissima dedica e complimenti x questa delicata e sfiziosa cheesecake..sono certa che la vostra mamma sarà rimasta a bocca aperta :-P

    RispondiElimina
  6. Bellissimo legggere le tue parole e stupendo il tuo cheesecake! E poi tutti si chiedono perchè Magali ed io cerchiamo di essere le prime a postare, poi non ne avremmo più il coraggio! I colori, i sapori della tua creazione bucano lo schermo, peccato non aver potuto "pappare" questa delizia! Baciotti e ronron Helga e Magali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va!! Voi siete state grandi, super coloratissima e allegra la vostra cheesecake!
      Grazie mille per gli splendidi complimenti! Felici che ti piaccia la nostra versione!

      Elimina
  7. Interessante la base con i pistacchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi amiamo i pistacchi.. da nipoti di siciliani non possiamo che metterli ovunque!! ;P

      Elimina
  8. Credo che non ci siamo modo migliore per dimostrare l'affetto della cucina. La mamma avrà gradito, con questi abbinamenti di sapori e colori che conquisterebbero chiunque.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Fabio, concordo.. Anche io quando voglio ringraziare o coccolare qualcuno faccio un dolcino, o comunque cucino qualcosa! ^_^

      Elimina
  9. Un abbinamento classico con il tocco di originalità che contraddistingue le ricette di questo blog, insieme all'allegria che mi trasmette ogni volta che ci entro. Esecuzione da manuale, sciapò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille... Sei sempre super gentile...! E noi ti accogliamo nel nostro spazio sempre con grande piacere! ^_^

      Elimina
  10. Questa torta fantastica l'ho mangiata con gli occhi!!! Ha un aspetto delizioso! Davvero complimenti!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  11. Pistacchi e lamponi: mi avete conquistata. Un cheesecake speciale come la dedica che ha portato con se.
    Complimenti, bravissime!

    RispondiElimina
  12. Un esecuzione impeccabile : perfetta nella sua totalità e perfetta la fetta , bravissima!

    RispondiElimina
  13. Mi associo agli altri nei complimenti. Soprattutto a Helga e Magali. Io non riesco mai a postare fra i primi, troppo disorganizzata, ma finché non lo faccio mi astengo da guardare le ricette degli altri perchè poi mi vengono i complessi di inferiorità. Se avessi guardato qui di sicuro. Mi piace tutto. I pistacchi li adoro. Ci avevo pensato anch'io infatti ma meno male che ho fatto altro!! brava davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va, sei bravissima! Grazie mille per il complimento, sei davvero carina! ^_^

      Elimina
  14. Una mamma fortunata la vostra! e complimenti per la velocità di produzione e condivisione!
    Siete una forza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena abbiamo visto la ricetta della sfida ci siamo fiondate nella produzione! ;)
      Grazie mille per i complimenti!

      Elimina
  15. Un pensiero bellissimo per vostra mamma ma anche e un cheescake PERFETTO e GOLOSO per questo MTC!

    besos

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cinghiale al latte e amicizie di "diversi" anni

Amicizie di diversi anni, o meglio di anni diversi. Nel senso che a volte non è l'età a creare affinità di amicizie, ma i pensieri comuni, il sentire in modo simile.
In questo modo posso definire la mia amicizia con Ivana e Dante. Questi signori sono i genitori di un mio caro amico, Domenico, e abitano sull'appennino Tosco-emiliano.  Non li vedo spesso, ma ogni volta è un piacere trascorrere tempo con loro. Quando riusciamo a ritagliarci qualche giorno, il pensiero è subito a loro e alla volontà di andarli a trovare.
Credo che Ivana sia molto simile a mia nonna Maria, tra le due nonne quella che non ho mai conosciuto, tenace, tosta e caparbia. Con lei condivido gli stessi pensieri, lo stesso amore per la famiglia e per le tradizioni. E' a lei che devo molte ricette della tradizione emiliana, mia origine da parte paterna.
Dante invece è il tipico capo famiglia: autoritario, diretto, ma nel profondo con un grande cuore. Di Dante amo la schiettezza dello sguardo, quello che ti fa capi…

La torta rose di mele per il Calendario del Cibo

La mia prima torta rose l'ho preparata molti anni fa, per festeggiare i primi 6 mesi con la dolce metà. Mi ero impegnata molto poichè sapevo che i dolci così, semplici ed essenzialmente "poco dolci", erano e sono tutt'ora i suoi preferiti. L'avevo preparata disponendo le roselline in uno stampo a cuore, un'amore di ragazza insomma...
Ma ancora non avevo tutta questa esperienza nella pasticceria e ne uscì.. Un mattone. Un vero e proprio mattoncino di pasta lievitata, ma nemmeno troppo lievitata...  E lui se l'era mangiata tutta, povero. 
Dopo quella volta ci sono stati molti tentativi e risultati sempre migliori.
La ricetta è semplice, ma va eseguita rispettando i tempi di lievitazione altrimenti ciò che ne uscirà sarà una pasta dura e poco soffice.
Per la Giornata Nazionale della Torta Rose propongo la mia versione di torta rose, data dall'unione di varie ricette e vari perfezionamenti, arricchita da delle fettine di mele, che nella cottura donano una umidità …

Risotto ai germogli di rovo

Adoro scoprire le ricette di una volta, quelle che facevano le nonne delle nostre nonne, cogliendo nei prati e nei boschi le erbe "antiche", assieme alle quali creavano piatti favolosi.
La cucina degli ingredienti dimenticati; la cucina che purtroppo va sempre più perdendosi, perché tanti, me compresa, alcune piante commestibili non le conoscono e non le sanno riconoscere, perse tra altre mille varietà.
L'esperto delle erbe di campo é mio cognato, nipote di una fantastica cuoca emiliana, il quale ha fatto conoscere aspetti di una cucina ormai sconosciuta a me e mia sorella.. Questo é il periodo in cui si andava nelle "fasce", i nostri terrazzamenti genovesi, o nelle alture dietro al mare, a cogliere ciò che la terra spontaneamente offriva. 
E noi abbiamo rispolverato questa tradizione; questo per noi é il periodo in cui si vanno a riempire i cesti di ortiche, tarassaco e altre erbe spontanee, per trasformarle in piatti appetitosi e succulenti.
L'idea per questa r…