Passa ai contenuti principali

Il mio traditional chili per il club del 27


I cibi etnici, esteri e fuori dai classici schemi mediterranei mi piacciono molto.
Adoro prepararli per una cena tra amici, trovandoli molto adatti alla convivialità e allo stare insieme.

Il club del 27 questo mese ha proprio sfoderato una lista di ottimi piatti, tutti nello stile slow cooker.
Cotture lente quindi, quelle che adoro preparare nel weekend, così, mentre il piatto cuoce io mi sento libera di accocolarmi sul divano davanti a un bel film.

Nel mio caso ho optato per un traditional chili, da me amato da sempre.
Ho seguito la ricetta tradizionale, caricando un po' di più sul lato spezie e "mantecando" il tutto alla fine, con formaggio a pasta filata e un fiocchetto di burro.
Il risultato è stato superlativo: goloso e saporito.
La variazione seguita è stata quella dei tre fagioli: borlotti, fagioli neri e cannellini: magnifico. 

Consigli generali
SCEGLI IL POT
Le pentole sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, e per una buona ragione. Le dimensioni, la superficie e la profondità variano notevolmente tra le pentole, quindi il recipiente che si utilizza può influire notevolmente sulla riuscita di una ricetta. Bisogna informarsi su tutti gli strumenti che rendono la cottura "slow" facile e deliziosa.
I tipi di pentole che si trovano su il mercato sono tre:
FORNO OLANDESE: Con questa pentola da cottura a forno, si possono far dorare gli alimenti e cuocerli nello stesso tempo. Realizzati in metallo pesante, come la ghisa, alcuni sono rivestiti di smalto per evitare che il metallo possa avere una reazione con cibi acidi. Molti hanno una temperatura massima del forno che possono sopportare.
CASSERUOLA: le pentole hanno i lati alti e dritti con un coperchio aderente e una lunga impugnatura. In
generale, hanno dimensioni comprese tra 1 quarto e 4 quarti. Alcune pentole sono sicure fino a un certo livello temperatura.
PENTOLA DA COTTURA O STOCKPOT: Questa grande pentola a sponde dritte con due manici piccoli è la migliore da utilizzare sul piano cottura grazie alle sue dimensioni.

Ingredienti:
1½ libbra di manzo macinato magro
3 tazze di carote tritate, sedano, cipolle e peperoni dolci/friggitelli.
4 spicchi d'aglio, tritati
1 cucchiaio di olio
 3 lattine di fagioli neri, fagioli borlotti e cannellini, sciacquati e sgocciolati
1 lattina di pomodori a cubetti
1 lattina di salsa di pomodoro
1 tazza di brodo di manzo ridotto di sodio
2 cucchiai di peperoncino in polvere
1 cucchiaino di origano essiccato
½ cucchiaino di pepe nero 
mix di spezie: paprika, cumino e coriandolo, secondo il gusto personale.
Guarnizioni aggiuntive: formaggio a pasta filata, panna acida, coriandolo tagliato e avocado affettato.

Esecuzione:
In una pentola far soffriggere il olio le verdure a pezzetti e l'aglio a fuoco medio-alto.
Aggiungere la carne e farla cuocere, fino a quando questa non sarà rosolata e le verdure saranno tenere.
Mescolare gli ingredienti successivi (esclusa la salsa) e aggiungerli alla miscela di carne. 
Far insaporire e aggiungere pomodoro e brodo.
Portare a ebollizione a calore medio-alto, dopo di che ridurre il calore al minimo. Cuocere a fuoco lento, coperto, 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. Servire
con condimenti desiderati.
PER PORZIONE: 303 cal., 11 g di grassi, 55 mg di colesterolo, 929 mg di sodio, 28 g di carboidrati, 9 g di fibre,
7 g di zucchero, 25 g proteine.





Con questa ricetta partecipo all'appuntamento mensile del club del 27, con la tessera n°47, per Barbara


Commenti

  1. Questo chili è da provare, bello gustoso, piccante e facile da preparare. .come piace a me! che meraviglia queste ricette,vero? bacioni!

    RispondiElimina
  2. be che dire con quel formaggio filante..... una goduria!!!!

    RispondiElimina
  3. Che bontà questo piatto goloso e speziato. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Gustoso e appetitoso :)
    Ottima scelta.

    RispondiElimina
  5. Ciao Bianca.
    Assolutamente da provare questo chili. Complimenti
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Con un piatto così renderò felice il pargolo alla prossima occasione!

    RispondiElimina
  7. Io non amo i fagioli, ma i tuoi mi sembrano molto appetitosi!!!

    RispondiElimina
  8. Anche io adoro i piatti etnici, proprio come questo!

    RispondiElimina
  9. Il gusto speziato deve essere proprio invitante con questi fagioli. Ricetta facile ma d'effetto.

    RispondiElimina
  10. Me ne manderesti un ciotola, please?

    RispondiElimina
  11. Davvero una goduria questo chilli! Buono buono!

    RispondiElimina
  12. Con le spezie buone tutto funziona !

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sacripantina: dolce tipico della mia Genova

La sacripantina é un dolce tipico della mia città. Fino a pochi giorni fa ne conoscevo solo il nome, citato spesso come uno dei dolci più buoni della pasticceria genovese.
L'altro pomeriggio però mia sorella mi lancia la sfida: "La vorrei fare per portarla al lavoro.."  Parlare di fare un dolce a me é sfondare una porta non aperta, ma spalancata.. E così é iniziata l'avventura :)
Questo dolce sembra dovere il suo nome al re Sacripante invaghitosi della bella Angelica (tutti conosciamo la storia raccontata nell'‘Orlando Furioso’).(Fonte Torta Sacripantina)
La ricetta più famosa é di una nota pasticceria, ma io ho cercato di riprodurla prendendo ispirazione da questo blog. Ho poi utilizzato una tecnica un po' più veloce per la pan di spagna e modificato la bagna con "puro" marsala. E' un dolce molto liquoroso, di quelli che adora mia sorella, amante dei bigné allo zabaione e della loro alcolica crema.
Ed é il dolce delle feste della mia bellissima Genova …

Finale Rice Food Blogger Giuseppina Carboni e il nostro risotto "Primavera in cortile"

Ieri ci siamo riviste. E' stata un'emozione arrivare seconde alla Finale del Rice Food Blogger Organizzato da Luca Puzzuoli in onore dell'amica Giuseppina Carboni. E più che una gara per noi è stato un momento di condivisione. Di bei momenti tra vecchi e nuovi amici. Tutti con una passione comune:la cucina.
L'evento si è svolto nel magnifico Relais Borgo San Faustino, ad Orvieto. In mezzo alla campagna umbra io, Marta, Ilaria, Angela, Sara ed Alessia, ci siamo sfidate a colpi di mestoli e pentole per aggiudicarci il titolo del Miglior Risotto.
Gli ingredienti? Tutti differenti, e a noi ignoti fino all'ultimo, scelti accuratamente dallo chef Gregory.
A giudicare il nostro piatto? Otto giudici con la G maiuscola: Cristiana Curri Vincitrice del Contest Rice Food Blogger “Chef Giuseppina Carboni” 2016 Gregori Nalon Chef di Alice Tv Franca Rizzi conduttrice di Casa Alice
Silvia Baracchi Chef Stella Michelin del Relais & Chateaux Il Falconiere di Cortona
Anna Maria Pellegrino…

Risotto ai germogli di rovo

Adoro scoprire le ricette di una volta, quelle che facevano le nonne delle nostre nonne, cogliendo nei prati e nei boschi le erbe "antiche", assieme alle quali creavano piatti favolosi.
La cucina degli ingredienti dimenticati; la cucina che purtroppo va sempre più perdendosi, perché tanti, me compresa, alcune piante commestibili non le conoscono e non le sanno riconoscere, perse tra altre mille varietà.
L'esperto delle erbe di campo é mio cognato, nipote di una fantastica cuoca emiliana, il quale ha fatto conoscere aspetti di una cucina ormai sconosciuta a me e mia sorella.. Questo é il periodo in cui si andava nelle "fasce", i nostri terrazzamenti genovesi, o nelle alture dietro al mare, a cogliere ciò che la terra spontaneamente offriva. 
E noi abbiamo rispolverato questa tradizione; questo per noi é il periodo in cui si vanno a riempire i cesti di ortiche, tarassaco e altre erbe spontanee, per trasformarle in piatti appetitosi e succulenti.
L'idea per questa r…