Passa ai contenuti principali

La magia della pasta sfoglia e Millefoglie ai cachi

La millefoglie é il dolce per eccellenza.
Ho imparato, durante un corso di pasticceria qui nella mia città che creare questa sfoglia sublime é una magia strabiliante.
Spesso, leggendo la ricetta ne sono uscita diffidente e restia, incredula del fatto che un "panetto" di burro potesse essere inglobato nell'impasto esterno di farina acqua e burro.
Ed invece anche questa magia é possibile, nella pasticceria..
Vi sono reazioni incredibili, lievitazioni fantastiche e preparazioni sublimi..
E la pasta sfoglia é una di queste.

Buonissima in versione sia dolce che salata riesce ad essere versatile e adattarsi ai gusti di tutti..
La adoro, si vede?

E allora non potevo che accompagnare un impasto degno di nota con una crema altrettanto buona, insegnatami da una cara amica e modificata dalla stagione..

Millefoglie con crema di mascarpone e cachi

Ingredienti:
Per la sfoglia(ricetta del corso di pasticceria a cui ho partecipato):
585 gr margarina per sfoglia
165 gr burro
250gr farina forte
Per il pastello:
 585 gr farina forte
100gr burro
22gr sale
335gr acqua 

Per la crema:
250gr mascarpone
3 tuorli
50 gr zucchero
3 cachi maturi
1 spruzzatina di Marsala+ un cucchiaio di zucchero

Esecuzione:
Preparazione della sfoglia:
Impastare gli ingredienti del panetto a mano o con impastatrice a temperatura ambiente, evitando di snervare l'impasto.
Impastare il pastello con la planetaria, aggiungendo tutti gli ingredienti ad esclusione dell'acqua, che andrà aggiunta piano piano valutando se usarla tutta o meno (dipende dalla farina e dall'umidità).
Una volta impastato il pastello allargarlo e lasciarlo riposare 30 minuti coperto da pellicola.
Tecnica tedesca dei giri(più semplice, 3-4-3-4):
Allargare il pastello in modo da riuscire a chiudere al suo interno il panetto.
Stendere con il mattarello, allargando il più sottile possibile e si ripiega a 3.
Ruotare l'impasto di 90° e ridistenderlo il più sottile possibile.
Ripiegare a 4 e lasciarlo riposare 30 minuti almeno.
Ridistendere nuovamente l'impasto, ruotato di 90° e ripiegare a 3.
Ruotare di 90°, stendere e piegare in 4.
Lasciare riposare 30 minuti, dopodiché utilizzare.

(Io ne ho utilizzata una parte, non tutta e una parte l'ho congelata per quando mi servirà nuovamente!)

Stendere la sfoglia, ritagliarla, ottenendo delle losanghe; cospargere con zucchero semolato, premere con un mattarello e bucare la sfoglia con una forchetta, per evitare che gonfi troppo.
Infornare a 180° fino a doratura.
Lasciare raffreddare completamente.

Pulire i cachi e cuocerli sul fuoco con un cucchiaio di zucchero, far addensare leggermente, sfumare con Marsala e lasciare raffreddare.
A parte montare i tuorli con lo zucchero fino a che non risultino spumosi, aggiungere il mascarpone, mescolare bene e infina unire i cachi, completamente freddi, mescolando dal basso verso l'alto evitando di far smontare la crema.
Lasciare riposare in frigo per qualche ora.

Assemblaggio del dolce:
Posizionare in un piatto da portata la prima losanga di sfoglia, disporvi al di sopra la crema e coprire con un'altra sfoglia.
Cospargere di zucchero a velo.






Commenti

  1. Bellissima ricetta, complimenti!!!
    Un caro abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Grazie cara! Felice che ti piaccia!! ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. WOW!!!! Complimenti per questo dolcetto, davvero invitante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie tesoro...!
      In effetti proprio grazie a questo dolcettino questo w.e. sono nella bellissima città di castello!! ;)

      Elimina
  4. In questo blog c'è da perdersi...io parto da qui perché se ci siamo conosciute lo dobbiamo alla sfoglia, alla crema e ai cachi. Mi sembra ovvio dirti che ormai ti seguirò in cucina, almeno quello, vista la distanza. Ti abbraccio forte, è stato davvero bello questo fine settimana. Un bacio, Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella!
      Che bello sentirti.. Mi mancate già! Ma sarà bello sentirci e scriverci attraverso i blog.. E poi chissà, magari anche ritrovarci nella nostra rispettiva città o in un luogo comune..!
      Ti abbraccio.
      Smack

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tiramisù alla Marilyn Monroe: Mascarpone e lamponi

Partiamo dal più classico dei dolci, quello che piace a tutti e che non stanca mai. Aggiungiamoci un risvolto sexy, per accogliere il tema proposto per Novembre dalla vincitrice dell' Mtchallenge dello scorso mese: la mitica Susy. Cosa può uscirne se non una sfida all'ultimo ciack?
Non sono impazzita, ma semplicemente entusiasta della sfida che Susy ci ha proposto: un tiramisù abbinato a un film o icona sexy. Nel suo post ci illustra la sua ricetta consolidata, lasciando però spazio alla nostra fantasia. Ed infatti inizialmente mi sono spaventata, non trovando la ricetta che potesse calzare per questo tema.. 
Poi ho pensato a lei, alla grandiosa Marilyn Monroe.  Chi se non lei? La ricordiamo in "Quando la moglie va in vacanza" o in "A qualcuno piace caldo", storici e famosissimi film.
Cosa ho messo nel mio tiramisù ispirandomi a lei?  Il rosso del suo rossetto, sempre impeccabile e mai sbiadito. La perfezione dei suoi capelli e del suo viso, candido e mai volgare.
Per…

La Sicilia nel cuore.. e nel piatto: Pasta con tonno, datterini e pesto di pistacchi

La Sicilia, terra dei miei nonni materni, io non l'avevo mai vista. E cosa mi ero persa. Terra di storia, quella antica. Di templi, cattedrali e monumenti. Terra di sapiente cultura culinaria, un mix di etnie, che si sono susseguite, lasciando la loro traccia nei piatti che raccontano quest'isola.
E io non potevo che innamorarmene. Degli usi e costumi, radicati della quotidianità delle persone. Degli accenti e cadenze nel parlare, che a me sono suonati così familiari. Dei modi, che ti fanno sentire come se fossi a casa. Delle storie che ti racconta la gente del luogo, che in quei luoghi ci ha vissuto, lavorato.
Ho imparato in questa vacanza, non ho solo viaggiato. Sono rimasta affascinata dai racconti e ne ho fatto tesoro.
Ho cercato in questa ricetta di riassumere quello che mi è rimasto più nel cuore di questo viaggio:  la tonnara della splendida isola di Favignana, raccontata dal cuore innamorato di un suo lavoratore, Zio Peppe. le saline di Trapani, dove, abbagliati dal sole, si capisc…

Pasta Piselli & Pancetta

D'estate, soprattutto a inizio settimana, dopo un weekend di mare e spiaggia, con pranzi veloci, al sacco, per godersi ogni minuto di sole, mi piace tornare in cucina e cucinare qualcosa di più ricercato e particolare. E se gli ingredienti sono freschi, come i pisellini che ho trovato oggi al mercato, e buoni, come la pancetta con cui ho deciso di accompagnarli, il risultato è garantito. Cottura veloce, per mantenere colori e sapori, e poco altro, giusto uno splendido sole a scaldarci durante il pranzo.
Ingredienti: 250 gr cravattine 200 gr pisellini sgusciati 5 fettine di pancetta piacentina La Rocca 1 cipolla olio extravergine di oliva pepe e sale q.b.
Esecuzione: In una padella antiaderente, con poco olio, soffriggere la pancetta fino a farla diventare croccante. Togliere la pancetta e tenere in caldo. Nella stessa padella aggiungere la cipolla tritata e farla insaporire, soffriggendola dolcemente. Aggiungere i pisellini e far cuocere 5-10 minuti, fino a che essi non risultino teneri. Salare …